rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

SPECIALE ELEZIONI 30 sindaci già eletti. Ballottaggio solo a Caserta

Tra conferme e sorprese si chiude la prima parte delle amministrative. Tra due settimane si torna alle urne nel Capoluogo

Tra mille difficoltà a causa del “down” di WhatsApp che ha rallentato in maniera enorme la raccolta dei dati dei singoli comitati elettorali, si sta chiudendo la prima parte delle elezioni amministrative.

A Caserta, come era nelle previsioni, si andrà al ballottaggio tra il sindaco uscente del centrosinistra Carlo Marino (che ha già lanciato un appello agli altri candidati) e lo sfidante del centrodestra Gianpiero Zinzi. La forbice tra i due candidati è nell’ordine del 5% ma i dati sono ancora molto parziali. La partita si deciderà tra due settimane al ballottaggio, anche se è ancora aperta, almeno sulla carta, la partita sulle liste del centrosinistra che mirano ad andare oltre al 50% al primo turno. Dietro di loro sono finiti Pio Del Gaudio, Romolo Vignola e Raffaele Giovine.

A Santa Maria Capua Vetere è andato anche oltre le aspettative Antonio Mirra. Il sindaco uscente viaggia oltre il 60% di preferenze, ben staccato da Raffaele Aveta e Gabriella Santillo. Niente ballottaggio e vittoria al primo turno.

Stesso esito a Sessa Aurunca dove Lorenzo Di Iorio ha superato il 50% di preferenze, con Antonio Fusco e Silvio Sasso distanziati di pochi voti per la seconda piazza.

Nell’agro aversano, detto dell’elezione di Anacleto Colombiano a San Marcellino, c’è da registrare la vittoria di Ernesto De Mattia a Sant’Arpino contro Di Santo e Boerio; a Casaluce l’ha spuntata Francesco Luongo davanti a Comella e Tatone; a Frignano, invece, ha vinto il professore Lucio Santarpia davanti a Pagano e Natale; a Villa Literno conferma il sindaco facente funzione uscente Valerio Di Fraia contro Enrico Fabozzi; conferma anche a Villa di Briano per Luigi Della Corte contro l’ex sindaco Dionigi Magliulo; a Succivo Salvatore Papa ha conquistato il 68% delle preferenze davanti a Dell’Aversana, Donelli e Pastena. A Parete vittoria più che bulgara per Gino Pellegrino che ha conquistato il 90% dei voti.

A Piedimonte Matese ha trionfato Victor Civitillo davanti a Costantino Leuci del Pd. A Carinola, invece, va avanti la dinastia dei Di Biasio, con Giuseppina che raccoglie l’eredità del padre Pasquale, per anni alla guida del Comune. A San Tammaro, invece, c’è da registrare la vittoria di Vincenzo D’Angelo, avvocato appena diventato padre, che ha sconfitto sia Ernesto Stellato che il segretario provinciale del Pd Emiddio Cimmino. A San Prisco si è invece confermato il sindaco uscente Domenico D’Angelo.

Vittoria importante anche per Giorgio Magliocca, che si è confermato sindaco di Pignataro Maggiore ed adesso può aspirare anche alla riconferma alla carica dio presidente della Provincia di Caserta. L’avvocato Giuseppe Vinciguerra, invece, si è imposto a Cervino doppiando Filippo Caturano. A Capodrise Enzo Negro, invece, ha sbaragliato la concorrenza: seconda Maria Belfiore, terzo l’ex sindaco Giuseppe Fattopace.

Casertanews seguirà lo spoglio in diretta dalle 15, dopo la chiusura dei seggi

I COMUNI AL VOTO

CASERTA

SANTA MARIA CAPUA VETERE

SESSA AURUNCA

SANT’ARPINO

SAN MARCELLINO

SAN PRISCO

PIEDIMONTE MATESE

PARETE

VILLA LITERNO

CASALUCE

CAPODRISE

FRIGNANO

SUCCIVO

CARINOLA

SPARANISE

SAN MARCO EVANGELISTA

PIGNATARO MAGGIORE

VILLA DI BRIANO

SAN TAMMARO

CERVINO

CASTEL MORRONE

MIGNANO MONTE LUNGO

BAIA E LATINA

SAN POTITO SANNITICO

CAMIGLIANO

RUVIANO

PONTELATONE

CAPRIATI AL VOLTURNO

SAN PIETRO INFINE

TORA E PICCILLI

GIANO VETUSTO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SPECIALE ELEZIONI 30 sindaci già eletti. Ballottaggio solo a Caserta

CasertaNews è in caricamento