Tre donne alla guida del Comune sciolto per camorra

Ecco chi guiderà l'Ente fino alle prossime elezioni

Franca Buccino è il nuovo commissario di Orta di Atella

Tre donne alla guida del Municipio di Orta di Atella dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche. Dopo la decisione del Consiglio dei Ministri, l’Ente atellano sarà gestito per almeno 18 mesi da Franca Buccino, Maria Rosa Falasca e Lucia Guerriero.

Un tridente ‘rosa’ che arriva dopo l’anno di amministrazione dell’ex sindaco Andrea Villano e che dovrà affrontare tanti ‘drammi’ tra i quali quello primario dell’abusivismo edilizio, senza dimenticare il Piano urbanistico comunale.

Francesca Giovanna Buccino è una 64enne viceprefetto con esperienza da vendere. Ha lavorato presso la Prefettura di Savona, poi in quella di Salerno, poi in quella di Foggia e poi Potenza. Senza dimenticare la Prefettura di Crotone dove ha lavorato nel Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione.

Stessa età anche per Maria Rosaria Falasca, viceprefetto impegnata in questi anni al commissariato di governo di Potenza come vice dirigente e poi alla Prefettura di Salerno dove è stata responsabile della Sezione I dell’Ufficio di Gabinetto “Ordine e sicurezza pubblica, antimafia e Ufficio Provinciale della Sicurezza Personale, funzionario alla sicurezza, capo di Gabinetto reggente, componente del gruppo Ispettivo Antimafia”.

Lucia Guerriero invece è dirigente del Ministero dell’Interno ed ha competenze di Bilancio, e toccherà sicuramente a lei mettere subito mano alle verifiche necessarie sui conti dell’Ente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento