rotate-mobile
Calcio

Casertana di rimonta: uno-due nel finale stende il Nardò

Favetta e Felleca ribaltano la rete di Porcaro nel primo tempo

Al Giovanni Paolo II di Nardò va in scena la sesta giornata del campionato della Casertana. Sfida dal sapore antico tra due squadre che hanno perso lo smalto dei tempi migliori ma che vogliono comunque adattarsi alla realtà attuale con la non tanto segreta speranza di tornare nel calcio che conta. Attualmente le condizioni migliori sono quelle dei falchetti che arrivano all’appuntamento con la casella delle sconfitte ancora immacolata mentre i granata sono alle prese con una classifica asfittica in virtù di una sola vittoria, un pari e tre sconfitte collezionate tra la seconda e la quarta giornata. Si gioca in un clima quasi primaverile e la bella giornata ha favorito anche la trasferta di un nutrito numero di tifosi provenienti da Caserta.

LE SCELTE. Ciullo conferma la squadra che ha affrontato domenica scorsa il Bisceglie con una sola variante nel tridente difensivo con Mengoli che sostituisce Mileto; riproposta la linea mediana ed in attacco è sempre Mariano a far da spalla a Cristaldi. Panchina quindi sia per Puntoriere sia per il compagno di reparto Cavaliere. Maiuri deve fare a meno di cinque indisponibili, tra cui il regista Feola: chiede a Vicente di forzare i tempi per dare le opportune geometrie a centrocampo e gli affianca Vacca e Chinappi; il ballottaggio tra Nicolau e Cusumano è appannaggio di quest’ultimo che va a completare il tridente d’attacco con Favetta e Mansour. Rientra dal 1’ Pambianchi, a sua volta pressato dalla indisponibilità di Di Somma. In tribuna il febbricitante Liccardi, non inserito nell’elenco dei convocati, ma presente a Nardò per un eventuale inserimento in extremis che però non si è reso necessario. Panchina per Sambou, al rientro e per l’ultimo arrivato Alouan.  

PRIMO TEMPO. Sulla falsariga della precedente occasione la Casertana cerca di partire a spron battuto per prendere immediatamente il comando delle operazioni. La prima buona occasione capita a Favetta all’8’ che si procura una buona opportunità su suggerimento di Cusumano, ma viene murato al momento della conclusione. Due minuti dopo ancora un traversone dalla destra di Cusumano questa volta a servire Chinappi la cui conclusione finisce alta. Al 15’ Rainone viene atterrato al limite dell’area ma la punizione successiva non sortisce alcun effetto. Sul capovolgimento di fronte si fa pericoloso il Nardò con Trapani che respinge di piede il tentativo di Mengoli. Si sente il peso della presenza in campo di Vicente che con lanci sapienti riesce a mettere in moto gli attaccanti rossoblù che spesso si rendono pericolosi, specialmente con Favetta, molto spesso stretto nella morsa dei centrali avversari. Alla mezz’ora è il Nardò tenta di uscire fuori con una prolungata azione conclusa da Mariano da posizione favorevole con un tiro che supera abbondantemente la trasversale di Trapani. Al 33’ Chinappi mette Vacca in condizione di battere a rete col diagonale che finisce alle spalle di Petrarca ma il tutto viene annullato per una posizione di fuorigioco del centrocampista rossoblù. La Casertana risponde al 35’ con Monti che dalla sinistra fa partire un pericoloso traversone che il portiere granata blocca in presa bassa. Il Nardò passa in vantaggio al 39’ con un colpo di testa di Porcaro portatosi in avanti su un calcio piazzato che Van Ronsbeek scodella al centro dell’area. Il difensore centrale granata ancora insidioso al 43’ quando su azione d’angolo va a disturbare l’intervento di Trapani anche con un tentativo falloso, prontamente redarguito dal direttore di gara. Il primo tempo si chiude dopo 1’ di recupero con la Casertana sotto che conferma la idiosincrasia col gol dei falchetti al termine della prima frazione.

SECONDO TEMPO. Si ricomincia con gli stessi protagonisti del primo tempo, ma dopo 10’ Maiuri opera una doppia sostituzione per rimettere in sesto la gara. Subito dopo, su altra punizione di Van Ransbeeck si accende una furiosa mischia dalle parti di Trapani, sbrogliata da capitan Rainone. Al quarto d’ora è ancora Trapani a dover intervenire per anticipare Cristaldi lanciato a rete; la voglia di recuperare da parte dei falchetti innesca pericolosi contropiedi granata che potrebbero allargare ancora il gap degli ospiti. Al 25’ ci prova ancora Favetta dopo una sterzata che manda a vuoto il suo controllore, ma la sua conclusione finisce col lambire il palo di Petrarca. Dopo pochi istanti lo stesso ex Fidelis Andria a cadere in area di rigore ma per il signor Caruso di Viterbo decreta il fallo dell’attaccante rossoblù. Il Nardò sfrutta gli spazi concessi dalla Casertana per rendersi pericoloso e al 74’ è ancora una volta Trapani a dover opporsi ad un tentativo granata con la deviazione in angolo. All’80’ è Felleca che giostra sulla sua fascia ma il suo tiro è debole, centrale e non crea problemi a Petrarca. A 10’ dal termine si ristabilisce l’equilibrio: Maresca mette in movimento Mansour che manda al centro dove il tocco di testa di Favetta beffa fuori causa il portiere avversario e firma il pari. Dopo 4’ la scena si ripete con Mansour che dalla fascia destra mette ancora al centro dove stavolta ad intervenire è Felleca e deviare con successo alle spalle di Porcaro. Il Nardò reagisce con un tentativo del neo entrato Alfarano ma la difesa ospite sbroglia con una ripartenza che porta al tiro – senza successo – Nicolau. L’arbitro decreta 4’ di recupero durante i quali il Nardò cerca il tutto per tutto per recuperare il pari ma i tentativi granati vengono spenti dalla difesa rossoblù ed un paio di posizioni di fuorigioco. Finisce col primo successo in trasferta per la Casertana che risale in classifica ed accorcia le distanze dalla nuova capolista Bitonto.  

NARDO’ – CASERTANA            1-2

NARDO’ (3-5-2): Petrarca; Mengoli (87’ Cavaliere), Porcaro, Masetti; De Giorgi, Van Ransbeeck, Cancelli, Mancarella (65’ Valzano), Dorini (76’ Palazzo); Cristaldi (71’ Puntoriere), Mariano (80’ Alfarano). A disp. Centonze, Lezzi, Morleo, Mileto. All. Salvatore Ciullo

CASERTANA (4-3-3): Trapani; Tufano, Rainone, Pambianchi, Monti; Vacca, Vicente (77’ Nicolau), Chinappi (54’ Felleca); Cusumano (54’ Maresca), Favetta, Mansour (87’ Carannante). A disp, Sarracino, Sambou, D’Ottavi, Capitano, Carannante, Alouan. All. Vincenzo Maiuri

ARBITRO: Gerardo Simone Caruso di Viterbo (Andrea Perali di Chiari e Giuseppe Daghetta di Lecco)

RETI: 39’ Porcaro; 80’ Favetta; 84’ Felleca

NOTE: pomeriggio sereno, terreno in discrete condizioni; ammoniti Vicente, Masetti, Maresca, Sarracino, Puntoriere; recupero 1’ e 4’

SESTA GIORNATA

I RISULTATI

Altamura - Mariglianese                1-1 (in corso)   

Bisceglie – Lavello                        0-1                

Casarano - Virtus Matino              1-0     

Fasano - Francavilla                     2-1 

Gravina - Cerignola                       0-0 (in corso)  

Molfetta - Brindisi                          3-1      

Nardo' - Casertana                        1-2

Nola - Bitonto                                1-2 

San Giorgio - Rotonda                  1-1           

Sorrento - Nocerina 

LA CLASSIFICA

Bitonto                   14

Lavello                   13

Francavilla              12

Casertana              12

Casarano               12

Nocerina                11

Fasano                   11

Gravina                  10

Cerignola                8

Sorrento                 8

Molfetta                  7

Nola                       6

Bisceglie                 6

V. Matino               6

Mariglianese           6

Altamura                5

Nardò                     4

San Giorgio            3

Brindisi                   0

Rotonda                 0

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casertana di rimonta: uno-due nel finale stende il Nardò

CasertaNews è in caricamento