rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

Partite scialbe e zero motivazioni: Casertana, questo è già un fallimento

Si allontana anche la zona play off, con i falchetti che rischiano di essere risucchiati a metà classifica

Primo turno infrasettimanale del 2022 con le gare della seconda giornata di ritorno per recuperare il primo dei due incastrati fra le domeniche per mettersi al passo dopo il rinvio per covid dei primi match dell’anno nuovo. Ancora un rinvio (Nardò-Nola) causa pandemia, con le partite da recuperare che salgono a sei. Sono 24 le reti messe a segno nelle nove partite con due rigori realizzati, due doppiette, tre vittorie per le squadre casalinghe ed una sola per le viaggianti, ragion per cui i pareggi sono 4; 14 le reti casalinghe e 10 quelle segnate in trasferta. La discreta quantità di pareggi fanno maturare naturalmente una classifica con poche variazioni, ma alcune veramente significative.

STAFFETTA IN VETTA. Un pareggio importante è quello riportato dal Cerignola – ed è il secondo consecutivo – questa volta casalingo contro il Molfetta. Un pareggio diametralmente opposto a quello di domenica scorsa maturato a Fasano: allora i gialloblù furono rimontati sul doppio vantaggio che detenevano fino a un quarto d’ora dalla fine; ieri invece la squadra di Pazienza ha dovuto rincorrere gli avversari in vantaggio su 3-1 fino al 70’. La doppia X del Cerignola ha favorito il sorpasso del Bitonto che ha superato il Brindisi per 4-0 ed ha acceso la freccia, volando in vetta. Il nuovo primato dei biancoverdi è figlio di sei vittorie consecutive, uguagliando la striscia maturata tra la quarta e la nona giornata, prima di una doppia sconfitta che fece perdere la vetta ai neroverdi. Si stacca ancor più il Francavilla che non va oltre il pari interno con la Nocerina che conquista il secondo punto consecutivo dopo 4 sconfitte di fila. Nell’agro sono arrivate energie economiche nuove che hanno scongiurato la crisi molossa, pronta ora a scalare posizioni importanti di classifica. Sale ancora il Gravina che batte l’Altamura e tallona da presso Francavilla e Fasano, alla ricerca di un posto più favorevole nella griglia play off. Salomonici pari tra Bisceglie e Casarano come pure tra Mariglianese e Rotonda che lasciano inalterato i distacchi tra le squadre che cercano di evitare i play out. Altro ossigeno per il San Giorgio che grazie alla seconda vittoria consecutiva appaia il Bisceglie, mentre torna alla vittoria la Virtus Matino dopo dodici partite e rimette in discussione il vantaggio che il Brindisi aveva accumulato nelle due precedenti gare.

CASERTANA, FINE DEI GIOCHI. Settima sconfitta nelle ultime nove partite e oltre a veder allontanare irrimediabilmente la vetta, vede ora a consistente distanze il Bisceglie che occupa l’ultima piazza per partecipare ai play off. E con il trend attuale i falchetti devono ora guardarsi le spalle dai ritorni delle varie Molfetta, Nocerina, Lavello e le altre che potrebbero insidiarle anche una poco onorevole sesta posizione. La Casertana continua a deludere con partite scialbe, prive di gioco ed occasioni da gol: quella che era apparsa la squadra da battere nella prima fase della stagione si sta rivelando il più clamoroso fallimento di questo campionato oltre che della sua storia recente. Si sprecano fiumi di inchiostro e di parole per cercare di spiegare il momento rossoblù, tra i silenzi societari e le apatiche evoluzioni della squadra in campo. Qualche cosa in più ssi potrà capire questo pomeriggio nel corso della conferenza stampa convocata dall’ormai ex direttore generale Giovanni Pasquariello. Conoscendo l’operatore di calcio, non ci attendiamo accuse particolari verso chicchessia, secondo il suo costume, ma di certo si potrà sapere cosa non ha funzionato nell’ambito rossoblù dal 21 novembre ad oggi. O forse anche prima. Tornando all’aspetto tecnico, resta appena una settimana alla chiusura del mercato di Serie D e le intenzioni della proprietà saranno valutate anche in considerazione di chi potrebbe arrivare o da chi ancora è in procinto di partire. Si vocifera che Sansone starebbe per trasferirsi a Brindisi e che i secondi 45’ di ieri siano stati il canto del cigno dell’ex Bologna al Pinto. Se così fosse, peccato che la sua prestazione col Fasano, al di là di una punizione iniziale, sia passata inosservata e decisamente poco incisiva.      

POLVERE BAGNATE. Solo due i calciatori di prima fascia nella classifica cannonieri ad andare a rete nella giornata. Favetta ha avuto a disposizione il terzo rigore in tre partite e questa volta ha fatto centro, al contrario dell’errore di Nola; il falchetto va in doppia cifra con Santoro del Bitonto che ha aperto le marcature nel poker rifilato al Brindisi, Per la secoda domenica consecutiva segna il passo Malcore. Per il resto tanto silenzio, appena rotto da Lattanzio (Bitonto) e Capomaggio (Fasano) che colgono il settimo centro stagionale.

COSI’ DOMENICA. Tra quattro giorni di nuovo in campo con la 22esima giornata. Trasferte sia per Bitonto (a Sorrento) e Cerignola (a Nola); cercheranno di rosiccchiare punti alla coppia di testa il Francavilla (ma attenti al derby di Rotonda) e il Gravina che si reca a Bisceglie. Unica delle inseguitrici a giocare in casa è il Fasano che ospita il Lavello. Derby leccese tra Casarano e Nardò (se il Covid dà il lasciapassare agli ospiti) e vesuviano a San Giorgio a Cremano dove arriva la Mariglianese. Al Fanuzzi di Brindisi scende la Nocerina mentre la Casertana è attesa ad Altamura da una compagine che dopo due giornate di stop causa Covid, ieri ha cercato di reesistere a lungo a Gravina prima di cedere al gol di Chagon.

21^ GIORNATA

I RISULTATI

Bisceglie - Casarano        2-2            

Bitonto - Brindisi              4-0                

Casertana - Fasano         1-3     

Cerignola - Molfetta         3-3       

Francavilla – Nocerina     1-1      

Gravina - Altamura          1-0         

Lavello - San Giorgio       0-1      

Mariglianese - Rotonda    0-0  

Nardò - Nola                    rinviata           

Virtus Matino – Sorrento  2-0 

LA CLASSIFICA

Bitonto               46

Cerignola            45

Francavilla          38

Fasano               37

Gravina              36

Casertana          32

Molfetta              29

Nocerina            29

Lavello               28

Sorrento             28

Mariglianese       26

Nola                   22

Nardò                 22

Rotonda (-8)       22

Altamura            21

Casarano           21

Bisceglie             20

San Giorgio        20

Brindisi               15

V. Matino           12

I CANNONIERI

15 reti   Malcore (Cerignola, 3 rig.)

10 reti   Santoro (Bitonto)

             Favetta (Casertana, 4 rig.)

9 reti     Ferreira (Rotonda)

8 reti     Diop (Gravina, 1 rig.)

             Burzio (Lavello, 1 rig.)

             Tedesco (Altamura)

7 reti     Esposito (Mariglianese 1 rig.)

             D’Angelo (Nola)

             Lattanzio (Bitonto)

             Capomaggio (Fasano, 1 rig.)

            

IL PROSSIMO TURNO

(6 febbraio 2022)

Altamura - Casertana                

Bisceglie - Gravina                 

Brindisi - Nocerina                 

Casarano - Nardo'                  

Citta' di Fasano - Lavello        

Molfetta - Virtus Matino           

Nola - Cerignola                     

Rotonda - Francavilla             

San Giorgio - Mariglianese     

Sorrento - Bitonto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partite scialbe e zero motivazioni: Casertana, questo è già un fallimento

CasertaNews è in caricamento