rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Dopo le Provinciali in arrivo lo ‘sfratto’ per Mirra e De Michele

Zannini pronto a chiedere il conto al Partito democratico dopo la spaccatura alle elezioni

Un avviso di sfratto era stato già mandato, prima del voto. Ora è arrivato il momento di metterlo in atto.

Il gruppo che fa capo al consigliere regionale Giovanni Zannini, dopo il successo ottenuto alle elezioni provinciali di Caserta con la riconferma di Giorgio Magliocca a presidente e l’elezione di un nutrito gruppo di consiglieri (Pasquale Crisci, Olga Diana e Michele Falco che fanno riferimento direttamente a Zannini, a cui vanno aggiunti anche Vito Marotta di San Nicola la Strada e Massimo Russo di Caserta che rientrano nell’orbita dei Moderati) ora sposta l’attenzione sugli Enti d’ambito: quello dei rifiuti e l’Idrico.

Entrambi, oggi, con una presidenza a trazione Partito democratico, affidata al sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra ed all’ex vice sindaco del Comune di Caserta Franco De Michele. Probabile che entro poche ore arriverà una presa di posizione netta dei zanniniani, considerando, come detto, che già prima del voto il consigliere provinciale uscente Pasquale Crisci (oggi riconfermato come primo degli eletti in assoluto) aveva annunciato la “necessità” di ridimensionare il Partito democratico che aveva in mano troppe poltrone pur non essendo più la guida della coalizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo le Provinciali in arrivo lo ‘sfratto’ per Mirra e De Michele

CasertaNews è in caricamento