rotate-mobile
Cronaca San Felice a Cancello

Tenta la truffa dello specchietto: rintracciato e denunciato

Aveva convinto la vittima a dargli 160 euro ma alla vista dei carabinieri è fuggito e solo allora il malcapitato ha capito di essere stato raggirato e ha raccontato tutto ai militari dell'Arma

I militari della Stazione di Cancello, hanno deferito in stato di libertà un 23enne di Napoli, ritenuto responsabile di tentata truffa ai danni di un 29enne.

Il denunciato, alle ore 12.00 del 27 luglio scorso, a San Felice a Cancello, ricorrendo ad artifizi e raggiri, avrebbe simulato il danneggiamento dello specchietto retrovisore sinistro dell’autovettura Opel Mokka, a lui in uso, da parte di un 29enne alla guida di una Audi A3.

Per il truffatore la vittima, durante una manovra di svolta avrebbe urtato, con lo specchietto destro della propria auto, quello sinistro della Opel Mokka causandone la rottura. A seguito di ciò avrebbe richiesto l’immediato pagamento del danno, a suo dire di 160 euro.

Dopo aver convinto la vittima a corrispondergli la cifra pattuita si è offerto di accompagnarlo allo sportello bancomat per prelevare il denaro.

L’operazione però non è andata a buon fine visto che quest’ultimo, poco prima di intascare i 160 euro, alla vista dei carabinieri in transito in quell’area, si è dato alla fuga. A quel punto il 29enne, accortosi del raggiro, ha denunciato l’accaduto.

I militari dell’Arma, dopo aver accertato che l’auto in uso al truffatore era stata noleggiata con falsi documenti, hanno acquisito tutte le informazione necessarie all’identificazione del fuggitivo che è stato identificato grazie al riconoscimento fotografico da parte della vittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta la truffa dello specchietto: rintracciato e denunciato

CasertaNews è in caricamento