Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Carinola

Detenuto rientra in carcere con 220 grammi di droga nell'ano. Ora è indagato per spaccio

Aveva fruito di un permesso premio. I cani antidroga e la tac in ospedale lo incastrano

Rientra in carcere dopo permesso premio con la droga nascosta nell'ano. E' ora indagato per detenzione a fini di spaccio Michele I., 51enne di Napoli e detenuto presso la casa circondariale di Carinola, che ha provato ad introdurre 220 grammi di droga (tra cocaina, crack ed hashish) all'interno del penitenziario. 

Da quanto ricostruito, il 51enne era rientrato in carcere dopo la fruizione di un permesso premio. E' stato sottoposto a controlli che in un primo momento davano esito negativo. Ma i cani antidroga continuavano a segnalare agli agenti della penitenziaria la possibile presenza di stupefacenti. Così la perquisizione è stata più "approfondita". Il 51enne è stato trasportato all'ospedale di Sessa Aurunca. La tac alla quale è stato sottoposto non ha lasciato dubbi: aveva 3 involucri nascosti nella cavità anale. 

Gli agenti lo hanno convinto ad espellerli. Dagli accertamenti è emerso che quegli involucri contenessero sostanze stupefacenti che sono state sequestrate. Il pubblico ministero Iolanda Gaudino della Procura di Santa Maria Capua Vetere ha convalidato il sequestro ed informato il 51enne dell'avvio di un'indagine a suo carico per spaccio di droga. L'uomo è assistito dall'avvocato Gennaro Caracciolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto rientra in carcere con 220 grammi di droga nell'ano. Ora è indagato per spaccio
CasertaNews è in caricamento