rotate-mobile
Cronaca Piedimonte Matese

Scuola dichiarata 'poco sicura', il Consiglio di Stato vuole vederci chiaro

Affidato al Provveditorato delle Opere Pubbliche il compito di relazionare sulle certificazioni

Il Consiglio di Stato vuole vederci chiaro ed investe il provveditorato delle Opere Pubbliche per verificare l'agibilità sia della scuola "Ventriglia", di via Scorciarini Coppola, sia del plesso scolastico "Vitale", entrambi di Piedimonte Matese. La relazione sarà acquisita tra due settimane. 

L'ordinanza della Quinta Sezione di Palazzo Spada, presidente Rosanna De Nictolis, è stata adottata a margine dell'udienza riguardante il ricorso presentato da un genitore della Ventriglia, rappresentato dall'avvocato Renato Labriola, contro la sentenza del Tar che ha confermato il provvedimento di chiusura dell'istituto, ritenuto poco sicuro, disposto dal sindaco Vittorio Civitillo, con il trasferimento degli alunni alla "Vitale". La ricorrente ha chiesto la sospensione dell'efficacia del provvedimento del Tar ed ora i giudici del Consiglio di Stato vogliono vederci chiaro disponendo verifiche da parte del Provveditorato. 

Nel suo ricorso al Consiglio di Stato, l'avvocato Labriola evidenzia come la scuola Ventriglia nel 2023 sia stata oggetto di lavori di adeguamento sismico, finanziati dalla Regione Campania per 942mila euro, mentre in sede di accesso agli atti non sarebbero stati rinvenuti certificati di collaudo relativi alla "Vitale", dove gli alunni della Ventriglia sono stati poi trasferiti. 

Il legale cita anche gli elaborati del dossier di "Open Polis" che inserisce la Ventriglia tra le tre scuole (le uniche tre) in provincia di Caserta su cui sono stati effettuati interventi di adeguamento sismico. Al riguardo anche il Ministero ha rigettato la richiesta del Comune di finanziamenti per la sostituzione edilizia della Ventriglia (abbattimento e ricostruzione) in quanto: "l’edificio candidato oggetto di demolizione risulta già destinatario di un finanziamento regionale di euro 942.000,00 per adeguamento/miglioramento sismico a valere su fondi della Protezione Civile (ex O.P.C.M. 2 marzo 2011, n. 3927), finalizzato alla messain sicurezza e alla piena agibilità dell’immobile". 

renato labriola-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola dichiarata 'poco sicura', il Consiglio di Stato vuole vederci chiaro

CasertaNews è in caricamento