rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Lusciano

Rapina in casa del coordinatore di Italia Viva: "Fronte comune su emergenza sicurezza"

Il primo cittadino di Lusciano invoca l'aiuto dei sindaci dell'agro aversano. Anche il consigliere Santangelo esprime solidarietà ad Orabona

Il sindaco di Lusciano Giuseppe Mariniello chiede ai primi cittadini dell'agro aversano di fare fronte comune per fronteggiare l'emergenza criminalità. La richiesta arriva all'indomani della brutale aggressione al coordinatore cittadino di Italia Viva Luciano Dell'Aversano Orabona che sarebbe stato colpito alla testa dai malfattori durante un furto in casa.

Mariniello, informato del gravissimo episodio, "condanna con forza questo atto barbarico ed esprime la sua vicinanza alla famiglia - si legge in una nota del Comune - Per fronteggiare questi episodi, si confida nel lavoro indispensabile delle forze dell'ordine teso ad arginare il più possibile il senso di impotenza che deriva dal verificarsi di certi episodi. Il Comune si impegna a dare il suo contributo collaborando con le forze dell' ordine per compiere le azioni possibili a favore della sicurezza del paese. Inoltre il Sindaco Giuseppe Mariniello, richiederà una riunione ai sindaci dell'agro aversano per una concreta e coesa collaborazione a combattere questa mini criminalità che fa tanto male al nostro territorio".

Solidarietà è stata espressa anche dal consigliere regionale Vincenzo Santangelo. "Sono vicino al nostro coordinatore di Lusciano Luciano Dell’Aversano e alla sua famiglia per il terribile atto di violenza di cui è stato vittima. L’irruzione in casa, il vedere violato il proprio ambiente, la propria serenità, vivere sulla propria pelle la paura per i propri familiari oltre che per se stesso è un’esperienza terribile. Subire la furia di persone senza scrupolo pronte a tutto mette in discussione le proprie certezze. E’ per questo che dobbiamo stringerci intorno a Luciano, alla sua famiglia, fare sentire loro la nostra vicinanza in attesa che le forze dell’ordine assicurino alla giustizia gli autori di questa ignobile rapina". 

L'assessore regionale all'Agricoltura Nicola Caputo ha ribadito: "Luciano è in ospedale per le conseguenze della violenza subita. Un episodio terribile che ha destato in me ed in tutta la comunità profondo sconforto e viva preoccupazione anche per il crescente numero di episodi di criminalità, sempre più violenti, che recentemente vedono il territorio della Provincia di Caserta protagonista. Al caro amico Luciano, va il mio abbraccio e il mio augurio per una pronta guarigione. Mi sono informato presso la struttura ospedaliera, le sue condizioni non sembrano preoccupare ma deve restare in osservazione in considerazione del forte trauma subito. Auspico che le forze dell’ordine, con le quali Luciano si è già confidato, possano fare al più presto luce su questo brutale ed inaccettabile accadimento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in casa del coordinatore di Italia Viva: "Fronte comune su emergenza sicurezza"

CasertaNews è in caricamento