rotate-mobile
Cronaca Castel Volturno

Muore folgorato a 35 anni, la proprietaria dell'appartamento rischia il processo

Fissata l'udienza preliminare per la donna. Per la Procura si sarebbe rifiutata di sostituire l'interruttore 'salvavita'

Si sarebbe rifiutata di farsi carico delle spese per la sostituzione dell'interruttore 'salvavita'. Per questo una donna di 71 anni, Elisa C. residente ad Afragola, rischia il processo per l'omicidio colposo di Mario Chiantese, 35 anni, morto folgorato in un appartamento di Castel Volturno pochi giorni prima di Pasqua del 2022. 

Il giudice per le indagini preliminari Rosaria Dello Stritto, infatti, ha fissato l'udienza preliminare a carico della donna per il prossimo 21 febbraio. Secondo quanto ricostruito dal pm Annalisa Imparato della Procura di Santa Maria Capua Vetere la donna, proprietaria dell'immobile, avrebbe affittato la casa senza che avesse la certificazione di conformità degli impianti elettrici e nonostante le sollecitazioni dei locatari non avrebbe provveduto alla sostituzione e manutenzione dell'interruttore differenziale i cui costi, da legge, sono a carico dei proprietari. 

Il dramma si è consumato nella giornata del Venerdì Santo a Castel Volturno. Chiantese era in bagno quando il suo corpo fu percorso dalla scossa risultata poi fatale. 

All'udienza preliminare i familiari della vittima si costituiranno parte civile con l'avvocato Maurizio Noviello. L'imputata, invece, è assistita dall'avvocato Rosario Maria Piccirilli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore folgorato a 35 anni, la proprietaria dell'appartamento rischia il processo

CasertaNews è in caricamento