rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Mondragone

Morta nel baule, gli sms sotto i riflettori: "Sto bene, non posso parlare"

La donna ha trovato la madre senza vita. La figlia 40enne indagata: "Non avevo i soldi per il funerale"

"Sto bene. Non posso parlare". Questo il tenore dei messaggi ricevuti da una delle figlie, residente in Abruzzo, di Concetta Infante, 77 anni, trovata morta in un baule nella camera da letto di un appartamento del complesso residenziale ex Cirio, in via Razzino a Mondragone. 

Da giorni la figlia provava a mettersi in contatto con la madre. Chiamate a cui non c'era alcuna risposta. Ma riceveva messaggi dal cellulare della madre in cui veniva tranquillizzata sulle condizioni di salute dell'anziana: "Sto bene, ora non posso parlare". Risposte che con il trascorrere dei giorni hanno destato sospetti nella figlia che le riceveva. Così è tornata a Mondragone per capire cosa stesse succedendo. E' entrata nell'appartamento della madre. In camera da letto ha trovato un baule sigillato con del nastro adesivo. Il corpo della madre giaceva lì, probabilmente da svariate settimane visto l'avanzato stato di decomposizione. 

Sono state allertate le forze dell'ordine. In via Razzino sono giunti i carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone. L'appartamento è stato sequestrato ed il corpo della 77enne trasferito all'istituto di medicina legale di Caserta per l'autopsia. I primi sospetti sono caduti su un'altra figlia della donna, 40 anni e disoccupata, che viveva con la madre. 

La 40enne è stata ascoltata dai carabinieri a cui ha raccontato la sua versione: la madre sarebbe morta dopo un incidente domestico. In particolare, era caduta battendo la testa ed era deceduta, ma lei non aveva i soldi per il funerale e aveva così chiuso il corpo in un baule. Questa la sua versione. Il sospetto degli inquirenti, però, è che il corpo sia stato occultato per continuare a percepire la pensione dell'anziana. Due mensilità sarebbero state, nel frattempo, anche incassate.

La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha iscritto la 40enne nel registro degli indagati per occultamento di cadavere. Sarà l'autopsia a indirizzare le indagini ed aprire eventualmente ulteriori scenari.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morta nel baule, gli sms sotto i riflettori: "Sto bene, non posso parlare"

CasertaNews è in caricamento