Ex sindaco rimprovera uomo che urina in strada e viene aggredito

Scalzone: “Scene quotidiane ma non voglio rassegnarmi"

L'ex sindaco di Castel Volturno Angelo Scalzone

Aggredito Antonio Scalzone ex sindaco di Castel Volturno da un immigrato. Un uomo di circa un metro e novanta stava urinando indisturbato fuori l'abitazione dell'ex primo cittadino castellano quando gli é stato intimato di allontanarsi.

L'allontanamento però ha mandato in escandescenza l'immigrato che ha cominciato a lanciare pietre in direzione di Scalzone che stava uscendo dal vialetto di casa e si é ritrovato davanti l'uomo seminudo che urinava. Una pietra ha colpito Scalzone alla mano sinistra e al polso usato come schermo per evitare che la direzione delle pietre fosse al capo o al viso.

L'aggressore si é allontanato dopo essersi assicurato di aver colpito la sua vittima e non contento ha continuato il lancio dei sassi. Alcuni suoi connazionali attirati dalle grida della vittima lo hanno redarguito ed allontanato definitivamente.

L'ex sindaco ha riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni ed ha sporto denuncia ai carabinieri di Castel Volturno.

"Scene come queste sono quotidiane qui a Castel Volturno, ma io non mi rassegno - afferma con amarezza Antonio Scalzone -vorrei vivere in un mondo civile così come era possibile negli anni 70/80.Ora c'é questa invasione indiscriminata che ci costringe a vivere in un modo poco degno in un paese civile. Ci vorrebbe la presenza dello Stato più di quanto già non ce ne sia sul territorio. Le forze dell'ordine hanno le mani legate, non possono fare più di quanto già fanno. L'esercito promesso in campagna elettorale dalla Meloni, dov'é? La massiccia presenza di immigrati africani spesso non regolari sul territorio castellano é un fenomeno che ancora fa discutere. Noi il problema dell'invasione lo affrontammo negli anni 90 - sottolinea Scalzone - per tutta risposta venimmo criticati ed isolati ed oggi ci ritroviamo con una città poco governabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

  • “Io nel clan a 13 anni. In carcere ho incontrato un indagato per l'omicidio dei miei genitori”

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

  • Un intero quartiere ruba la corrente, insulti e minacce ai tecnici dell'Enel: 25 persone nei guai

Torna su
CasertaNews è in caricamento