rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Sparanise

Durc falso per l'appalto fogne, giallo sull'accesso alla banca dati Inps: l'ex segretario nega

Cerqua sentito in tribunale nel corso del processo a imprenditrice e dirigenti comunali

"Non ho effettuato io l'accesso al sistema Inps". Ha negato il suo coinvolgimento nella vicenda l'ex segretario comunale di Sparanise, Domenico Cerqua, sentito nel corso del processo sul Durc falso per l'appalto delle fogne per il quale sono finiti dinanzi ai giudici l'imprenditrice Stefania Ranucci insieme ai dirigenti comunali Angelo Manica ed Antonio Cerullo

Chiamato a testimoniare dai difensori degli imputati, Cerqua ha confermato di essere stato segretario comunale a Sparanise, qualità che gli consentiva l'accesso alla banca dati Inps per consultare atti di interesse pubblico. Dopo che lasciò l'Ente, però, non avrebbe più effettuato accessi non verificando, quindi, di persona la documentazione falsa presentata da Ranucci. Eppure un accesso dall'account in uso a Cerqua risulterebbe dalle verifiche della difesa. Si torna in aula a inizio marzo. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Claudio Romagnoli, Salvatore e Carlo Zannini e Vairo. Si è costituito parte civile il consigliere comunale Antonio Merola, rappresentato dall'avvocato Salvatore Piccolo.

Secondo l'accusa Ranucci, tramite autocertificazione, avrebbe attestato di avere i requisiti per l'affidamento, in particolare di essere in possesso del Durc. Gli obblighi previdenziali certificati, però, non sarebbero stati veritieri. Dagli accertamenti, infatti, emerse come il Durc fosse stato richiesto solo dopo la domanda di partecipazione andando questo a costituire una causa ostativa all'affidamento della gara. I due dirigenti, secondo l'accusa, avrebbero colpevolmente affidato l'appalto (Manica) e stipulato il contratto (Cerullo). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Durc falso per l'appalto fogne, giallo sull'accesso alla banca dati Inps: l'ex segretario nega

CasertaNews è in caricamento