rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca Marcianise

Belforte pronto a svelare sepoltura di vittima di lupara bianca ma non basta: prorogato il 41 bis

Il capoclan dei Mazzacane ha ribadito la volontà di voler collaborare con la giustizia ma per i giudici: "Dichiarazioni strumentali, può comandare anche dal carcere"

La volontà di collaborare con la giustizia non basta. Il tribunale di sorveglianza di Roma - presidente Miraglia - conferma la proroga di due anni del regime del 41 bis emessa nei confronti del boss dei "Mazzacane" Domenico Belforte dal Ministero della Giustizia. 

Nel provvedimento, si evince come Belforte, detenuto nel carcere di Sassari, abbia ribadito la propria intenzione di collaborare con la giustizia dicendosi disponibile a far rinvenire il corpo di Vincenza D'Alessandro, vittima di lupara bianca insieme al marito Domenico Petruolo, uccisa per mano di Paolo Cutillo e Giovanni Santonicola. Una circostanza che emergerebbe anche da una lettera inviata da Belforte a Filippo Petruolo nella quale il capoclan dei Mazzacane si dice disposto a "far rinvenire il corpo della madre per darle una degna sepoltura". 

Belforte, inoltre, in diverse circostanze si è dissociato dal sodalizio criminale di appartenenza, ammettendo alcuni dei gravi fatti contestati dagli organi inquirenti. In una conversazione con la nuora Giovanna Allegretta, Belforte la invita a riferire che lui "si è dissociato e non vuole sapere nulla". 

Per i giudici, però, la paventata collaborazione di Belforte e le ammissioni sarebbero "strumentali" e finalizzate ad avere sconti di pena. Il collegio ritiene che il clan - "polverizzato" ad avviso della Dda di Napoli - sia ancora attivo. "Risulta incessante lo sforzo di Belforte di veicolare all'esterno ordini e indicazioni di azioni criminali ai sodali liberi o detenuti". Un legame con la consorteria criminale di riferimento, in cui Belforte riveste un ruolo apicale, che non si sarebbe mai spezzato. Anzi. Per i giudici, Belforte sarebbe in grado "con maggiore facilità" di comandare anche dal carcere, qualora venisse collocato al regime ordinario. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belforte pronto a svelare sepoltura di vittima di lupara bianca ma non basta: prorogato il 41 bis

CasertaNews è in caricamento