Mercoledì, 17 Luglio 2024
Attualità Roccaromana

La Via Francigena come volano per il turismo casertano

L'iniziativa di promozione coinvolge Enti locali, associazioni e privati. Sarà organizzata la Rete Via Francigena dal Garigliano al Volturno per unire intenti e forze

Il 18 settembre scorso, presso la sede dell'associazione APS Il Giardino Segreto di Roccaromana, si è svolto un incontro informale per la valorizzazione della Via Francigena nel territorio dell'Alto casertano. L'evento ha visto la partecipazione di rappresentanti degli Enti locali, delle associazioni e dei privati, tutti uniti da un unico obiettivo: promuovere questa millenaria via di pellegrinaggio e turismo culturale.

L'incontro, presieduto da Maria Guida, presidente dell'associazione Il Giardino Segreto di Roccaromana APS, ha offerto una piattaforma di discussione e condivisione di idee su come valorizzare al meglio la Via Francigena del Sud, vista come un potente motore di sviluppo economico e sociale, oltre a rappresentare un fattore di coesione per le comunità delle aree interne.

Questo antico cammino attraversa, nel casertano, un territorio ricco di storia e cultura, toccando luoghi straordinari lungo il percorso. Da Sessa Aurunca a Teano fino a Rocchetta e Croce dove incrocia i resti del ponte di Val d'Assano, una testimonianza millenaria dell'ingegneria romana. La Via Francigena continua tra i borghi medievali di Riardo, Pietramelara, Roccaromana, Baia e Latina, Dragoni e giunge fino alle mura dell’antico castrum romano di Alife.

Durante la tavola rotonda, i partecipanti hanno condiviso opinioni e proposte, concentrandosi sull'importanza di garantire la sicurezza dei tratti e la presenza della segnaletica sulla Via Francigena, promuovere il turismo sostenibile e coordinare gli sforzi tra gli stakeholder. La riunione si è conclusa con il saluto del sindaco di Roccaromana, Nicola Pelosi, che ha espresso il suo pieno sostegno alle azioni future. È stata annunciata la convocazione di una prossima riunione formale per discutere e deliberare sulla costituzione della Rete Via Francigena dal Garigliano al Volturno, condividendo un piano d'azione comune.

Questo incontro informale ha messo in luce l'entusiasmo e l'impegno di molti attori locali per la valorizzazione della Via Francigena nel Sud Italia, evidenziando la straordinaria bellezza storica e culturale di questo percorso millenario. La strada per il rilancio di questa antica via di pellegrinaggio è ormai tracciata anche in Campania, promettendo opportunità culturali e sviluppo economico per le comunità coinvolte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Via Francigena come volano per il turismo casertano
CasertaNews è in caricamento