rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Attualità Capodrise

Comune 'commissariato' per un silenzio che dura da 28 anni

Una richiesta di condono sulla quale l'Ente non ha mai dato un giudizio. E ora il dirigente della Regione che proverà a fare chiarezza

Una situazione di stallo da parte del Comune ha portato alla nomina di un commissario per un caso di condono edilizio che risale a ben 28 anni fa. Michele Siviero, funzionario della Regione Campania presso l'ufficio del Genio Civile di Caserta, si è insediato come commissario ad acta presso il Municipio di Capodrise.

La vicenda riguarda un ricorso presentato dai proprietari di un immobile che avevano richiesto un condono per l'ampliamento di un locale commerciale e la modifica della destinazione d'uso, compresa la creazione di un androne. Nonostante il tempo trascorso, il Comune di Capodrise non ha preso una decisione in merito, e di conseguenza, i ricorrenti hanno richiesto l'intervento del Tar Campania.

Il Tar ha accolto il ricorso e ha ordinato al Comune di fornire una risposta entro un termine specifico. Tuttavia, a distanza di mesi, il Comune ha dichiarato di essere in attesa del parere definitivo della commissione di condono. Di fronte a questa situazione di inadempienza, è stato nominato un commissario per far rispettare la decisione del Tar e prendere le necessarie misure.

Il Comune, invece, sostiene di aver rispettato le disposizioni del Tar e ha stilato un verbale per trasmettere la questione alle autorità giudiziarie competenti. Tuttavia, l'istanza di condono rimane ancora irrisolta dopo così tanti anni, e la nomina del commissario rappresenta un tentativo di sbloccare la situazione e fare chiarezza sulla vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune 'commissariato' per un silenzio che dura da 28 anni

CasertaNews è in caricamento