menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il taglio del nastro del polo vaccinale di Caserta

Il taglio del nastro del polo vaccinale di Caserta

Inaugurato il centro vaccini di Caserta: "E' il secondo più grande d'Italia" | FOTO

La struttura di 600 metri quadrati destinata alla somministrazione delle dosi. Attivi 26 box

Seicento metri quadrati, 26 box per la somministrazione delle dosi e la possibilità di vaccinare oltre 1500 persone al giorno. Sono questi i numeri del polo vaccinale inaugurato alla Caserma "Ferrari Orsi" di Caserta. 

"Un polo vaccinale frutto della collaborazione"

Al taglio del nastro, con il manager dell'Asl Ferdinando Russo, hanno preso parte il sindaco di Caserta Carlo Marino, il prefetto Raffaele Ruberto ed il padrone di casa, il generale di brigata Massimiliano Quarto, comandante della Brigata Garibaldi. E' stato proprio Quarto, in apertura della cerimonia, a sottolineare come "il presidio vaccinale" sia nato dalla collaborazione tra la Difesa e l'Asl. Una sinergia nata "dal centro per i tamponi con laboratorio molecolare annesso - ha dichiarato - Da quell'esperienza è nata l'idea di trasformare questo centro in polo vaccinale. La prima riunione c'è stata l'8 gennaio ed ora, in poco meno di due settimane, abbiamo un centro vaccinale per tutta la cittadinanza di Caserta. Uno sforzo, quello dell'esercito, che si aggiunge ad altri sforzi messi in campo in questa battaglia. Qui, grazie al terreno fertile, è stato realizzato qualcosa di importante grazie a competenze, professionalità, capacità, passione e volontà realizzatrice di tutti. E' davvero il caso di dire che uniti si vince", ha concluso. 

Il taglio del nastro

La cerimonia è poi proseguita all'interno con il taglio del nastro vero e proprio. A precederlo c'è  stata la benedizione del cappellano militare don Franco Moretta. Poi, finalmente, il centro è stato aperto ed entrerà in servizio già nel pomeriggio con la campagna vaccinale destinata al personale della scuola.

Il centro vaccini

Dopo le tende per l'accettazione si entra in un'ampia anticamera che precede il lungo corridoio dove sono allocati i 26 box - estendibili a 28 - con un infermiere per sedia per la somministrazione dei vaccini. A questi spazi si aggiunge una sala per eventuali emergenze, con due anestesisti e due rianimatori in servizio. Si procederà secondo il calendario disposto dal Minstero della Salute. L'intera struttura, realizzata in ferro con uno spesso telo di copertura, è grande circa 600 metri quadrati.  

Oltre mille dosi già disponibili

Nei freezer sono custoditi, ad una temperatura di -19,4°, 100 flaconi del vaccino AstraZeneca, destinato agli under 65. "Da ciascun flacone è possibile ricavare 11 dosi singole", fanno sapere gli operatori sanitari in servizio. Quindi complessivamente sono già disponibili 1100 dosi di vaccino. Ovviamente, verranno somministrate anche altre tipologie di vaccino man mano che saranno reperite. La somministrazione prevede che ciascun utente, una volta ricevuta la dose, dovrà attendere una ventina di minuti prima di essere dimesso. Questo per evitare possibili effetti indesiderati "che fino ad oggi non ci sono stati", confermano dall'Asl. 

Il sindaco: "Diventiamo una proposta per l'intero paese"

Il centro vaccinale casertano è tra i più importanti d'Italia, almeno per numero delle postazioni. "Primo in Campania e secondo a livello nazionale", riferisce il sindaco di Caserta Carlo Marino. "Con questo centro contiamo di vaccinare in potenza 2mila persone al giorno, quindi nel giro di poco più di un mese l'intera popolazione della città di Caserta - spiega il primo cittadino - E poi saremo un riferimento per l'intera provincia e per la Regione. Un anno di Covid a Caserta ci ha insegnato che le istituzioni se lavorano insieme possono essere un modello. Questo centro lo dimostra. Alla luce di quest'esperienza Caserta vuole diventare una proposta per l'intero Paese". Marino ha poi annunciato che da maggio partirà il servizio civile con 180 ragazzi che verranno impiegati in vari ambiti. Tra questi "potranno essere utilizzati anche per campagne di sensibilizzazione per vincere insieme questa importante battaglia", conclude.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento