menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Florio convoca il Consiglio: l’opposizione si prepara alla battaglia

La seduta da remoto convocata per il 3 e 4 dicembre: spazio alle proposte della minoranza presentate mesi fa e mai discusse

C'è grande attesa per il consiglio comunale da remoto (per l'emergenza coronavirus) convocato dal presidente Michele De Florio in sessione straordinaria per giovedì 3 dicembre (prima convocazione) e venerdì 4 dicembre (in seconda convocazione). E chissà se questa nuova seduta consiliare sia l'occasione buona per affrontare questioni che si protraggono ormai da mesi a causa della frequente sospensione del Consiglio per mancanza di numero legale. 

All'ordine del giorno di questa seduta consiliare decembrina, infatti, la quasi totalità dei punti da discutere riguardano proposte dell'opposizione che tornano per l'ennesima volta in aula (virtuale, nda). Proposte che erano state già inserite (e mai discusse) nell'ordine del giorno del consiglio comunale del 23 giugno, come il ripristino del vecchio senso di marcia in via Daniele, la riapertura del parcheggio 'IV Novembre' situato sotto il Monumento ai Caduti, la sospensione del Siad piano commerciale (chiesta dal consigliere Roberto Desiderio). Torna ancora una volta al centro della discussione anche il nuovo studio di fattibilità per la realizzazione del biodigestore nell'ex cava D'Agostino in località Mastellone, per il quale il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Stefano Mariano e la consigliera Emilianna Credentino chiederanno l'annullamento della determina dirigenziale relativa all'assegnazione dell'incarico da 44mila euro per la messa a punto delle attività propedeutiche alla realizzazione dell'impianto non più a Ponteselice, in zona Asi, ma appunto nella cava dismessa, sita non distante dal santuario di Santa Lucia.

Così come tornano all'ordine del giorno le proposte del consigliere Enzo Bove sul tema della disabilità, ovvero la richiesta di installazione di tre posti auto per disabili fuori ad ogni centro di riabilitazione di Caserta convenzionato con l'Asl e la mozione relativa all'esenzione della tassa di occupazione di suolo pubblico per rampe o pedane di accesso per disabili. Fari puntati anche sul piano di dimensionamento scolastico 2020/2021 e sull'installazione delle telecamere di videosorveglianza in tutti i punti di ingresso della città, nelle piazze, nelle villette comunali, in zona movida e nei quartieri periferici.

Al vaglio dell'assise anche l'attivazione dei Progetti di Utilità Collettiva (chiesta dal consigliere Francesco Apperti), la mozione sull'autonomia differenziata (presentata dalla capogruppo di 'Speranza per Caserta', Norma Naim), la realizzazione della pista cicalbile su via Tescione, la pianificazione degli impianti di trattamento dei rifiuti e l'installazione della videosorveglianza in via Giulia a Centurano (proposta dal consigliere Gianni Comunale). Infine, l'unica novità è rappresentata dai provvedimenti di sostegno a favore delle attività produttive in questo difficile periodo di emergenza coronavirus, sui quali relazionerà l'assessore Emiliano Casale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento