Attualità

Bambini torturati all’asilo, Salvini: “Schifosi, violenti e clandestini". E poi: "Ora chiedete scusa”

Il leader della Lega commenta le clamorose rivelazioni delle indagini della polizia nel casertano. Santillo: “No strumentalizzazioni”

Il leader della Lega Matteo Salvini

L’eco dell’inchiesta sull’asilo degli orrori scoperto a Castel Volturno dalla Squadra Mobile di Caserta al termine di una inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere è arrivata in tutta Italia.

Durissimo il commento del leader della Lega Matteo Salvini dopo l'arresto dei due coniugi: “Schifosi. Violenti. E pure clandestini” ha scritto sui social. Le accuse sono mostruose: bimbi denudati e picchiati con mazze di ferro e bastoni, peperoncino negli occhi e nelle natiche, spezzamento delle unghie, privazione di acqua e di cibo, internamento in stanze buie e al freddo. Chi sta bloccando da mesi il progetto Lega di telecamere obbligatorie in asili e case di riposo, chieda scusa a questi bimbi”.

A frenare Salvini ci ha provato il senatore casertano del Movimento 5 Stelle Agostino Santillo: “Le notizie che arrivano da Castel Volturno, riguardo un asilo abusivo degli orrori, sono sconvolgenti. Per fortuna, Polizia e Procura della Repubblica hanno messo fine a questo scempio. Di fronte a questo abominio, c'è purtroppo da auspicare che a qualcuno non venga in mente di dar vita alle solite strumentalizzazioni sui cittadini stranieri. La priorità è dare immediata assistenza ai bambini vittime degli abusi, affinché siano veramente protetti e assistiti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini torturati all’asilo, Salvini: “Schifosi, violenti e clandestini". E poi: "Ora chiedete scusa”

CasertaNews è in caricamento