rotate-mobile
Attualità Villa Literno

Fondi per le strade Provinciali ma la 131 resta nel degrado

Ciaramella: "Fondi non vengono spesi sul territorio, abbiamo invitato la Corte dei Conti a indagare sulla fine che fanno gli stanziamenti"

L’associazione unitaria familiari e vittime della strada continua ad accendere un faro sulla Strada provinciale 131 di Villa Literno, la strada che conduce al litorale di Ischitella e che versa in pessime condizioni fra buche e sporcizia. Dopo la lettera inviata dal collettivo al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per segnalare la questione, è arrivata la risposta al “Dipartimento per la programmazione strategica, i sistemi infrastrutturali, di trasporto a rete, informativi e statistici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”

“Abbiamo così appreso che il suddetto Ministero ha approvato lo stanziamento di complessivi 5.764.000 milioni per gli anni dal 2018 al 2029, finalizzati al miglioramento della sicurezza per la viabilità delle Province e Città Metropolitane, di cui 68mila destinati alla Provincia di Caserta. Ma, nonostante i finanziamenti erogati, la SP 131 giace ancora in pessime condizioni. Come mai?”. A parlare è Biagio Ciaramella, vicepresidente dell'Associazione Unitaria Familiari e Vittime della Strada Odv e dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Odv, che nelle scorse settimane, unitamente alle Associazioni, ha inviato una richiesta al Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Matteo Salvini, e p. c. al Prefetto di Caserta, al Presidente della Provincia di Caserta, all’Ufficio tecnico Dipartimento Area Territorio ed Innovazione della Provincia di Caserta, settore Viabilità e Trasporti, per segnalare le condizioni in cui versa la SP 131

 Nella nota inviata alle Associazioni A.M.C.V.S., A.I.F.V.S. e A.U.F.V. (e p.c. all’Ufficio di Gabinetto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Dipartimento per la programmazione strategica, i sistemi infrastrutturali, di trasporto a rete, informativi e statistici, alla Provincia di Caserta), il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti scrive a chiare lettere di aver destinato euro 68.023.946 euro alla Provincia di Caserta per il miglioramento della sicurezza per la viabilità (per gli anni che vanno dal 2018 al 2029), precisando che è posta “in capo agli enti proprietari delle strade la manutenzione, la gestione, il controllo tecnico, la segnaletica con il fine di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione”.

 “Da molto tempo ormai segnaliamo la situazione della SP 131 alle autorità competenti, chiedendo anche informazioni su tutti i lavori per la Sicurezza Stradale fatti su questa strada dal 1992 in poi - dichiara Ciaramella - Non abbiamo mai ottenuto risposte e nulla è stato fatto per mettere in sicurezza una strada molto pericolosa, dove si rischiano di continuo incidenti e vittime. Negli ultimi anni, il tronco stradale è divenuto scenario di numerosi incidenti, anche mortali, come quello di nostro figlio Luigi Ciaramella. Per questo motivo, abbiamo inviato al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti una richiesta di classificazione della SP 131 e di tutti i lavori per la Sicurezza Stradale effettuati. Abbiamo appreso dalla risposta del Ministero che sono stati stanziati migliaia di euro per la sicurezza delle strade in provincia di Caserta, ma vorremmo sapere se e come sono stati spesi, visto che sono tante le strade, oltre alla SP 131, che presentano numerose criticità. Purtroppo, dobbiamo constatare che i fondi non vengono spesi sul territorio, per questo abbiamo invitato la Corte dei Conti, con una richiesta ufficiale, a indagare sulla fine che fanno gli stanziamenti. Vorremmo sapere dove finiscono, specialmente in vista dell’arrivo dei fondi del Pnrr. Ricordo che gli omicidi stradali avvengono anche a causa delle strade dissestate, della mancanza dei cartelli, ecco perché chiediamo ai cittadini di segnalarci se sulla SP 131 sono stati realizzati interventi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi per le strade Provinciali ma la 131 resta nel degrado

CasertaNews è in caricamento