rotate-mobile
Calcio

Curcio e Montalto abbattono il Picerno: la Casertana blinda il quarto posto

Vittoria nel match nonostante il 19esimo gol di Jacopo Murano

A tre giornate dalla calata del sipario sulla stagione regolare in Serie C si affrontano le due più piacevoli sorprese del campionato, separate da un solo punti in classifica (58-57) e con in palio il quarto posto finale che può valere l’iscrizione alla fase nazionale dei play off. Con la Juve Stabia già in Serie B e con Avellino e Benevento impegnate domani per la conquista della piazza d’onore, Casertana-Picerno diventa la partita più attesa della giornata, col Taranto, terzo incomodo, che scenderà in campo poco dopo il triplice fischio del Pinto. Campani e lucani promettono scintille con l’unica nota stonata della giornata che attiene ancora una volta la presenza del grosso pubblico: ai possessori dell’abbonamento dei distinti infatti è stato precluso l’accesso allo Stadio per qualche tafferuglio scoppiato al termine di Juve Stabia-Casertana del 4 marzo ultimo scorso.

LE SCELTE. Cangelosi conferma Sciacca al centro della difesa con Bacchetti che si accomoda in panchina; penuria di centrocampisti tra i falchetti per cui questa volta la coppia in mediana diventa una necessità oltre che una scelta tattica; confermato il trio alle spalle di Montalto, c’è da attendere ancora un po’ per rivedere Proietti nella formazione titolare. Due cambi per Longo nell’undici iniziale dove si registra una staffetta tra ex falchetti: dopo diverse partite da titolare Andrea Cadili restituisce la maglia di difensore centrale ad Allegretto, mentre viene riconfermato nel trio alle spalle di Murano Francesco Petito in luogo di Albadoro. Assente per squalifica unitamente a Gallo l’altro ex, il capitano Esposito; in panchina tra tanti millenials ci sono anche i ‘veterani’ Ceccarelli, De Ciancio e Maiorino.

PRIMO TEMPO. Inevitabili iniziale scaramucce ad inizio gara tra le due squadre che tendono al possesso palla. Solo dopo la prima mezza dozzina di minuti arriva la prima occasione da rete con Ciko che imbeccato da Santarcangelo si porta al cospetto di Venturi, ma l’uscita del portiere casertano lo induce ad allungarsi la sfera che si perde sul fondo. Si ribalta il fronte e la fucilata di Anastasio sorvola do poco la traversa lucana. All’11’ la prima azione sull’asse Anastasio-Curcio col colpo di testa del bomber che finisce sl fondo. Al 15’ doppio tentativo ospite, sul secondo dei quali Santarcangelo a botta sicura si fa ribattere il tiro da Venturi. Poco prima della mezz’ora un allegro disimpegno della difesa ospite la palla arriva a Curcio che con un tiro a giro va a scheggiare la parte superiore della traversa. Al 32’ dopo un tentativo di Carretta respinto dalla difesa la palla arriva ad Anastasio che ci prova dalla distanza col tiro a cui si oppone Summa. La Casertana insiste e continua a pressare: al 38’ Tavernelli mette al centro un buon cross sul quale Montalto non arriva e Carretta viene fermato in posizione di off side. Al 40’ pasticcio del Picerno con Allegretto che regala un angolo ai falchetti: Tavernelli trova la testa di Anastasio che spedisce alto. L’arbitro assegna 3’ di recupero, nel primo dei quali si concretizza il vantaggio dei locali. L’asse Anastasio-Curcio questa volta è vincente e l’assist del difensore trova la precisa deviazione di testa dell’attaccante per la sua 14esima rete, nuovo record personale.

SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa Longo ricorre alla esperienza di Pasquale Maiorino (circa 400 le sue partite tra i pro) al posto di Santarcangelo, uscito malconcio alla fine del primo tempo. La mossa dovrebbe essere propedeutica per un atteggiamento ospite più propositivo, ma i frutti non sono tangibili. La Casertana sembra poter gestire il vantaggio poiché il Picerno non crea eccessivi pericoli alla difesa locale. Ma quando meno te lo aspetti arriva il bagliore che illumina la serata potentina: Murano poco appariscente fino al 14’ del secondo tempo trova il guizzo per riequilibrare l’incontro e lo fa con un fendente dal vertice sinistro dell’area che va ad imbucarsi nell’angolino alla sinistra di Venturi. Passa un minuto e Maiorino conclude centralmente per la facile parata del portiere di casa. Al 18’ Montalto viene fermato con un contatto all’interno dell’area di rigore, ma il direttore di gara sorvola sull’intervento di Gilli. La partita perde d’intensità: ora è il Picerno che cerca do narcotizzare il gioco e Summa finisce tra gli ammoniti per vistosa perdita di tempo. Al 29’ ci prova Del dalla distanza, ma il suo tiro – complice una deviazione con la schiena di Pitarresi – per poco non va ad insaccarsi e finisce in angolo. La svolta arriva al 33’: Tavernelli è lanciato in area e su di lui si avventano tre difensori ospiti, tra cui il portiere Summa a cui il direttore di gara commina il secondo giallo, dopo aver decretato il rigore a favore dei falchetti. Sul dischetto si porta Montalto, ma bisogna aspettare circa 4’ prima che Merelli possa portarsi sulla linea di porta al posto del compagno espulso. Il tagliagole non risente affatto dell’inconveniente e con un preciso rasoterra spedisce la palla sul palo di sinistra, mentre Merelli si tuffa sul lato opposto. Ritrovato il vantaggio è un gioco da ragazzi per i falchetti gestire la situazione, nonostante Longo dà fondo a tutte le risorse disponibili per raddrizzare nuovamente il risultato; la Casertana conserva il vantaggio fino al 7’ di recupero e spedisce gli avversari a 4 lunghezze creando i presupposti per ridurre e distanze dal podio, dal momento che domani il derby tra Avellino e Benevento farà perdere punti importanti a qualcuna delle due o ad entrambe.

CASERTANA – PICERNO          1-1

CASERTANA (4-2-3-1): Venturi; Calapai, Celiento, Sciacca, Anastasio; Deli, Toscano (86’ Bacchetti); Carretta, Curcio, Tavernelli (86’ Taurino), Montalto. A dsp. Marfella, Soprano, Galletta, Paaglino, Turchetta, Rovaglia, Proietti. All. Vincenzo Cangelosi

PICERNO (4-2-3-1): Summa; Novella (89’ Ceccarelli), Gilli, Allegretto, Guerra (86’ Pagliai); Ciko (86’ Graziani), Pitarresi; Albertini (80’ Merelli), Santarcangelo (46’ Maiorino), Petito; Murano. A disp. Esposito A., Savarese, De Ciancio, Cadili, D’Agostino. All. Emilio Longo

ARBITRO: Luca De Angeli di Milano (Luca Landoni di Milano e Emanuele Fumarolo di Barletta; IV Ufficiale Antonio Spera di Barletta)

RETI: 46’ pt Curcio; 58’ Murano; 81’ Montalto (rig.)

NOTE: pomeriggio estivo, temperatura intorno ai 26°; terreno in perfette condizioni; spettatori 2000 circa con la presenza di un centinaio di sostenitori ospiti; osservato a inizio gara 1’ di raccoglimento per le vittime della centrale idroelettrica di Suviana; angoli 4-4; ammoniti Montalto, Santarcangelo, Ciko, Curcio; espulso il diesse della Casertana Degli Esposti e al 77’ Summa per doppia ammonizione; recupero 3’ e 7’

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curcio e Montalto abbattono il Picerno: la Casertana blinda il quarto posto

CasertaNews è in caricamento