rotate-mobile
Altro

San Prisco festeggia l'olimpionica Sirine Charaabi

Appuntamento nella sala consiliare per l'abbraccio di amministrazione e cittadinanza alla campionessa di pugilato che parteciperà alle Olimpiadi di Parigi

Venerdì 12 aprile alle ore 19, presso la sala consiliare "Zibella", la città di San Prisco applaudirà e saluterà Sirine Charaabi, la campionessa di pugilato che ha conquistato il pass per i Giochi Olimpici di Parigi che si terranno in estate.

L'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Domenico D'Angelo, ha deciso di organizzare quest'evento affinché tutti i cittadini potranno salutare Sirine, orgoglio di San Prisco e cresciuta nella Tifata Boxe "Prisco Perugino" fin da quando era molto piccola. Gli insegnamenti del maestro Giuseppe Perugino le hanno permesso, dopo aver ottenuto la cittadinanza italiana, di poter salire sul ring col tricolore sul petto e adesso di vivere un sogno chiamato Olimpiadi. Per San Prisco sarà la seconda volta alle Olimpiadi, dopo che nel 1996 partecipò ai Giochi Antonio Perugino.

I risultati di Sirine Charaabi mettono ancora una volta in evidenza il grande lavoro svolto con i giovani del nostro territorio da parte della Tifata Boxe "Prisco Perugino" che nel 2023 è risultata decima in tutta Italia e seconda in Campania. Risultati eccellenti nonostante strutture fatiscenti in cui il maestro Perugino e i suoi collaboratori devono lavorare con i tantissimi e promettenti allievi. Oggi, infatti, la Tifata Boxe conta circa 100 iscritti a partire dai bambini di 6 anni.

Una vera e propria 'fabbrica di talenti' che meriterebbe più attenzioni da parte delle istituzioni. "Meritiamo una palestra che rispecchi i risultati che ogni anno otteniamo - spiega il maestro Giuseppe Perugino - visto che la nostra società tutti gli anni si piazza tra le prime 10 in tutta Italia, primeggiando su società meglio attrezzate grazie alla competenza e alla grande voglia di fare dei nostri allievi. E' dal 1977 che attendiamo una palestra adeguata per il pugilato. Sono passate una ventina di amministrazioni che però hanno fatto solo chiacchiere e promesse. Eppure ci sono tanti ragazzi di San Prisco che si impegnano ogni giorno nello sport della 'nobile arte' e meritano di poter crescere e migliorarsi in una palestra adeguata. Confidiamo, perciò, che le tante promesse fatte diventino, quanto prima, realtà perché questi ragazzi portano in alto il nome di San Prisco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Prisco festeggia l'olimpionica Sirine Charaabi

CasertaNews è in caricamento