EUROPEE Zingaretti lancia le candidature di Roberti e Picierno. Ma Natale si smarca subito dal Pd

Il segretario nazionale nel Comune guidato dal sindaco che però prende le distanze

Nicola Zingaretti e Franco Roberti

Si è aperta ufficialmente, nella sala consiliare del Municipio di Casal di Principe, la campagna elettorale per le Europee del Partito democratico. Il segretario nazionale Nicola Zingaretti è arrivato puntuale alle 16 in Comune e con lui anche l'europarlamentare Pina Picierno e soprattutto Franco Roberti, candidato del Pd per le europee e capolista in Campania, e cittadino ‘casalese’ dopo la cittadinanza concessagli qualche settimana fa. Non è mancata la presenza dei consiglieri regionali Gennaro Oliviero e Stefano Graziano.

Ad aprire il dibattito il ‘padrone di casa’ Renato Franco Natale che ha subito precisato di non essere “il candidato del Pd a Casal di Principe e non sono qui per fare campagna elettorale per le Europee a favore del Partito Democratico ma apprezzo che Zingaretti abbia stigmatizzato la differenza di opinione del Pd da quella di Verini. Già avevo espresso il mio dispiacere e già c’erano state parole distensive, ma è chiaro che le scuse pubbliche alla cittadinanza casalese sono importanti”.

“Le persone serie quando sbagliano, chiedono scusa e noi come Pd lo chiediamo a tutto il popolo di Casal di Principe, non a caso il nostro slogan è ‘ Prima le persone’, ha detto Pina Picierno da candidata per le Europee. “Cari concittadini casalesi, per me è un grande orgoglio essere qui con voi. Lo faccio da casalese conoscendo bene la storia di questo territorio che ho sempre amato e per il quale mi sono sempre battuto”, ha detto invece nel suo intervento Franco Roberti, candidato del Pd per le europee e capolista in Campania. “Chiedere scusa è per me un onore. E oggi non potevo che essere qui per sottolineare l’indubbia storia di riscatto sociale dalle mafie”. E’ con queste parole che il segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, ha tributato la sua stima a Casal di Principe mettendo anche fine alla polemica che era nata dopo l’infelice dichiarazione del deputato Walter Verini che da commissario del Pd in Umbria, disse “L’Umbria non è Casal di Principe, qui c’è legalità”.

Zingaretti ha definitivo il Mezzogiorno di Italia “Terra bella e laboriosa”. “Ma – ha proseguito– bisogna creare lavoro perchè altrimenti nessuno navigator sarà in grado di far incontrare la domanda e l’offerta del mondo imprenditoriale. Il reddito di inclusione lo abbiamo inventato noi ma sbagliammo a non finanziarlo abbastanza, dai nostri errori abbiamo ora imparato e siamo pronti per combattere una battaglia di democrazia”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento