Politica Aversa

Stabile incassa il "sì" di Forza Italia: 5 liste per il candidato sindaco | FOTO

L'ex vicesindaco: "Nessun accordo con De Cristofaro ma sono fiducioso"

L’ex vicesindaco e presidente del consiglio comunale di Aversa, Giuseppe Stabile, si candida ufficialmente a sindaco della città normanna. Lo ha annunciato, alle 17, presso il comitato elettorale di via Filippo Saporito alla presenza di tanti amici e futuri candidati al consiglio comunale.

Al suo fianco ci saranno Alfonso Oliva, Giovanni Innocenti, Salvatore Della Vecchia e l’ex candidato sindaco Gabriele Costanzo. Solamente pochi minuti prima dell’ufficializzazione è arrivato anche il sì di Forza Italia, partito nel quale confluisce anche la lista di Marino, rappresentato da Giovanni Botta. Cinque le liste (fino ad ora) per Stabile: Progetto Democratico; ChiAma Aversa dell’avvocato Fedele; Aversa al Centro rappresentata da Ferdinando De Simone e Popolari Normanni di Tito Fatatis.

Stabile, dall’alto della sua trentennale attività amministrativa, ha puntato su “esperienza e conoscenza” con un programma elettorale da presentare all’elettorato che “ormai è in dirittura d’arrivo”. Per Peppe Stabile la sua Aversa “guarda alla normalità e alla vivibilità, in poche parole pensa al quotidiano. Ritengo che sia necessario in un contesto urbano come quello di Aversa intensificare il verde e la fruizione di spazi pubblici. Poi dico subito una cosa: ci sarà un consumo di suolo zero. Con Stabile sindaco punteremo su questo”.

stabile conferenza-2

E quindi i due capisaldi della sua campagna elettorale: “Trasparenza e legalità”. Stabile annuncia che “qualora dovessi diventare sindaco sottoscriverei immediatamente la Carta di Pisa”, cioè quel codice etico per gli amministratori locali che fornisce una precisa regolamentazione di quegli ambiti dove si annidano i rischi di abuso di potere animato dalla volontà di soddisfacimento di interesse personale. E Stabile non dimentica la criminalità organizzata “che combatteremo aderendo alle associazioni contro le mafie”.

Come primo intervento da sindaco c’è invece “il riordino della macchina amministrativa, necessario per rilanciare i progetti di sviluppo della città”. Su De Cristofaro invece è stato chiaro: “Ci siamo parlati in queste ore ma l’accordo non c’è ancora. Sono però fiducioso, e lo attenderò fino alla presentazione delle liste. Io lo comprendo, e so bene cosa gli passa nella testa dopo la chiusura anticipata della sua amministrazione. Sono speranzoso, mi piacerebbe avere al mio fianco l’ex sindaco De Cristofaro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabile incassa il "sì" di Forza Italia: 5 liste per il candidato sindaco | FOTO

CasertaNews è in caricamento