rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Politica

Comunale: "Pronti a votare salario minimo. Maggioranza stizzita da chi abbandona su documenti finanziari"

Il consigliere Pd evidenzia: "Siamo rimasti in aula nonostante il parere contrario del segretario. E' stata l'opposizione a far venire meno il numero legale"

"E' stato un atto di protesta da parte dei consiglieri di maggioranza ma a far venir meno il numero legale è stata l'opposizione. Noi del Pd e lo stesso sindaco Marino eravamo pronti a votare la mozione". E' questa la testimonianza di Gianni Comunale, consigliere del Pd, sulla bagarre che ha portato al mancato voto sulla mozione sul salario minimo negli appalti pubblici a Caserta.

"Nel corso del preconsiglio di ieri - precisa Comunale - La maggioranza tutta aveva deciso di sostenere la mozione di Giovine. Si era deciso di votarla favorevolmente, sindaco compreso". Poi, però, nel precedente punto all'ordine del giorno - una variazione di bilancio per i minori stranieri non accompagnati - qualcosa non è andato per il verso giusto: "Donisi e Giovine sono usciti dall'aula nonostante anche questa battaglia rispecchiasse i valori del centrosinistra". 

Il documento finanziario viene comunque approvato: "I consiglieri si sono presi le loro responsabilità nell'approvare questo provvedimento", chiarisce ancora Comunale. Ma l'assenza di Giovine (presentatore della proposta successiva) e di Donisi (consigliere del Pd) alla precedente votazione avrebbe causato la frattura: "I consiglieri di maggioranza a quel punto hanno deciso di uscire interpretando l'atteggiamento precedente come una mancanza di rispetto politico. E' stata una protesta politica". 

E con loro ha lasciato l'aula anche il sindaco Marino intercettato nel microfono del presidente Gentile mentre dice "ce ne andiamo però". Comunale, comunque, difende il primo cittadino: "Si sarebbe allontanato e sarebbe tornato in aula per il voto - ribadisce - Noi del Pd ed i tre consiglieri di Italia Viva siamo rimasti in aula insieme all'opposizione e saremmo stati pronti a votare favorevolmente la mozione, come deciso nel pre-consiglio, nonostante un parere contrario del segretario comunale. E' stata l'opposizione ad uscire facendo venire meno il numero legale" con la discussione della mozione che è stata così rimandata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunale: "Pronti a votare salario minimo. Maggioranza stizzita da chi abbandona su documenti finanziari"

CasertaNews è in caricamento