rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Politica Maddaloni

Il consigliere regionale Santangelo studia da regista per il ‘dopo De Filippo’

Possibile la creazione di una nuova coalizione. Tre nomi in ballo per la candidatura a sindaco

Manca ancora un anno alle prossime elezioni amministrative a Maddaloni, ma qualcosa si inizia già a muovere. Riunioni, incontri e dialoghi su prospettive che riguardano soprattutto l’attuale maggioranza guidata dal sindaco Andrea De Filippo. Che ha vinto le elezioni del 2018 anche potendo contare sull’appoggio di Vincenzo Santangelo, divenuto, nel frattempo, consigliere regionale con Italia Viva. Proprio quest’ultimo, però, per l’anno prossimo potrebbe ragionare su altri tavoli, immaginando di poter essere il regista di una nuova operazione politica. A quel punto ci sarebbe tutto da rivedere, a partire dalla scelta del candidato sindaco. E di nomi già ne girano sebbene sia presto per avere o ricevere una indicazione ufficiale. In primis c’è Claudio Petrone, preside del Villaggio dei Ragazzi; poi circola quello del generale Antonio Crimaldi, già consigliere comunale di Maddaloni ed ex candidato a sindaco del centrodestra di Acerra. Quest’ultimo, da anni vive a Maddaloni, e sta lavorando a questa ipotesi col coinvolgimento dell'amico storico di Santangelo, Clemente di Rosa. C’è poi anche il nome di Nicola Corbo, quasi un ‘sogno proibito’: Santangelo lo conserva come asso nella manica per le ultime ore in accordo con la famiglia Sferragatta da sempre vicino alle posizioni dell’ingegnere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consigliere regionale Santangelo studia da regista per il ‘dopo De Filippo’

CasertaNews è in caricamento