Politica

Regionali 2020. Maresca candidato contro De Luca, il magistrato verso il sì

Forza Italia pronto a sostenerlo, ma i Cesaro rischiano di restare fuori. Ed il magistrato non chiude

Il magistrato Catello Maresca

Catello Maresca candidato presidente contro Vincenzo De Luca alle prossime elezioni regionali in Campania? E’ l’ipotesi che sta prendendo sempre più corpo nella coalizione di centrodestra, sulla spinta che arriva da Forza Italia, in particolare da Mara Carfagna, che vorrebbe candidare il magistrato che ha catturato il capoclan dei Casalesi MIchele Zagaria alle prossime regionali.

I contatti sono continui, ma venerdì sera sembra esserci stata la svolta definitiva. Il magistrato anti camorra, ancora oggi sotto scorta, infatti avrebbe aperto all’ipotesi di una sua discesa in campo. E, rispetto alla posizione assunta nei giorni scorsi, quando il suo nome era iniziato a circolare, Maresca non stoppa le voci, seppur senza forzarle.

Intervenendo al programma di TvLuna ‘Salute a tutti’, il magistrato, alla domanda su una sua possibile candidatura a presidente, ha affermato: “Se me lo chiedono tutti i cittadini lo faccio, ma è impossibile”. Per poi aggiungere: “Io spero sempre di trovare una risposta in chi fa politica attivamente, perché io faccio il magistrato. Però la risposta passa attraverso una serie di interventi ed anche una consapevolezza del modo in cui approcciarsi alle cose. Io spero di avere un interlocutore affidabile al quale dare il mio voto e continuare a fare il magistrato”.

Non una conferma della candidatura, ma neanche una smentita come era accaduto nei giorni scorsi. Fatto sta che la possibile candidatura di Maresca potrebbe mettere seriamente in difficoltà la famiglia Cesaro e mettere in bilico la ricandidatura di Armando Cesaro, soprattutto dopo la nuova richiesta di arresto a carico del padre Luigi nell’inchiesta sull’imprenditore Adolfo Greco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali 2020. Maresca candidato contro De Luca, il magistrato verso il sì

CasertaNews è in caricamento