rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Politica

Ato Rifiuti, finisce l'era Mirra: nuova battaglia tra il Pd e gli alleati

Il 22 gennaio il voto per i consiglieri che poi eleggeranno il presidente

L’inizio del 2022 si aprirà con una nuova sfida politica dai contorni molto interessanti in provincia di Caserta. A fine mese, infatti, si terranno le elezioni per il rinnovo dell’Ente d’ambito provinciale dei rifiuti. L’indicazione arrivata dalla Regione Campania è quella di far votare per il rinnovo il 22 gennaio prossimo, con le liste che dovranno essere presentate entro 7 giorni prima. Un voto similare a quello della Provincia, cioè dedicato interamente agli amministratori. Anche se, in questo caso, potrà votare solo il sindaco del Comune interessato che dovrà esprimere la preferenza per un candidato della propria fascia di riferimento. Il presidente uscente dell’Ente d’ambito dei rifiuti di Caserta è Antonio Mirra, sindaco di Santa Maria Capua Vetere che è stato candidato anche alla carica di presidente della Provincia dal Partito democratico contro il gruppo di centro che sosteneva Giorgio Magliocca. Dopo la sconfitta alle provinciali, dai ‘Moderati’ è arrivato l’avviso di sfratto per Mirra, ufficializzato dalle dichiarazioni del consigliere provinciale Pasquale Crisci. Ora resta da capire se si riuscirà a trovare una intesa allargata nel centrosinistra o se continuerà la sfida tra i consiglieri regionali Gennaro Oliviero (Pd) e Giovanni Zannini (Moderati) per il controllo delle operazioni politiche in provincia di Caserta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato Rifiuti, finisce l'era Mirra: nuova battaglia tra il Pd e gli alleati

CasertaNews è in caricamento