rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Politica Aversa

Elezioni. Santulli il nome "nuovo" del centrodestra, i Moderati stringono su Matacena

A meno di quaranta giorni dalla presentazione delle liste si muovono le coalizioni. Centrosinistra alla ricerca di un'intesa mentre D'Angelo è già partita

Chiusa la settimana Santa per i cattolici, comincia quella di "passione" per i politici normanni. Nel corso di questa settimana, infatti, potrebbero concludersi quasi tutti gli accordi sul tavolo in vista delle amministrative dell’8 e 9 giugno. Le liste dovranno essere presentate tra un mese e sta per cominciare il countdown. 

Coalizione di centro destra

Sarebbero pronti a fare un passo indietro sia Alfonso Oliva che Antonio Farinaro per Paolo Santulli. È l’ex parlamentare di Forza Italia, infatti, il nome che potrebbe aggregare le liste di Forza Aversa, Fratelli d’Italia oltre che la civica composta dagli ex consiglieri comunali vicini al presidente del consiglio regionale della Campania Gennaro Oliviero. Il nome di Santulli arriva dopo i "no" di Sergio di Meo, Nicla Virgilio e Francesca Marrindino. Out, invece, Elia Barbato per la vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto proprio in questi giorni.

Coalizione di Centro

Il nome del candidato sindaco c’è ed è quello di Franco Matacena. Resta da definire la coalizione. Accanto ai Moderati di Zannini, a Noi Aversani e Forza Italia, infatti, vorrebbero sedere al tavolo anche il Pd di Marco Villano ed il Movimento 5 Stelle guidato ad Aversa da Filippo Panza. Resta il nodo simboli di partito. I Moderati, infatti, non vorrebbero i simboli per lasciare la coalizione civica mentre Matacena sarebbe favorevole ad avere sulla scheda i simboli del Pd e dei 5 Stelle che, per lui, potrebbero rappresentare un valore aggiunto. Difficile, però, che l’ex vicesindaco Marco Villano ed il coordinatore dei pentastellati Filippo Panza possano aderire al cartello elettorale di centro senza simbolo. Da registrare anche un incontro, poi naufragato, tra Matacena e l’area di centrodestra. C’è stato un avvicinamento ma mettere insieme i Moderati di Zannini ed i leghisti vicini al parlamentare Gianpiero Zinzi è risultato impossibile. In bilico tra il tavolo del centrodestra e quello del centro è Orlando de Cristofaro che, ancora speranzoso su una sua possibile candidatura, cerca di essere presente in due coalizioni.

Coalizione di centro sinistra

La coalizione c’è. Ma solo sulla carta. Accanto al Pd ed al Movimento 5 Stelle c’è anche il Centro democratico di Nicola Grimaldi e "La politica che serve" dell’ex sindaco Alfonso Golia. Tra i vari componenti, però, non c’è alcuna intesa: né sul nome dell’eventuale candidato sindaco né sulla linea da seguire ovvero se rivendicare i risultati della precedente amministrazione o meno.

Sinistra

E poi c’è Eugenia D’Angelo che ha annunciato da mesi la sua candidatura a sindaco pur non riuscendo a mettere assieme oppositori della precedente amministrazione. L’impressione è che, ad oggi, riuscirà a malapena ad eleggere sé stessa in consiglio comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni. Santulli il nome "nuovo" del centrodestra, i Moderati stringono su Matacena

CasertaNews è in caricamento