Politica

ELEZIONI Gianluca Golia-Peppe Stabile, si dialoga per il ballottaggio

L’apparentamento ufficiale appare difficile. Alfonso prova a completare il capolavoro

Alfonso e Gianluca Golia si sfideranno al ballottaggio il 9 giugno

Passata la sbornia dello scrutinio, la testa ad Aversa è già sull’appuntamento in programma domenica 9 giugno quando si sceglierà il nuovo sindaco col ballottaggio. In campo ci saranno Alfonso Golia per il centrosinistra e Gianluca Golia per una parte del centrodestra. Che, intanto, ha avviato i contatti con l’altro candidato sindaco sconfitto, Peppe Stabile, per cercare di capire se ci sono gli estremi per un appoggio al secondo turno. Detto che sembra davvero difficile, ad oggi, immaginare un apparentamento ufficiale, l’ipotesi che sta circolando è quella di un accordo programmatico che possa vedere, in caso di vittoria, riconosciuta una visibilità anche al gruppo che oggi è, di fatto, sconfitto. Il dialogo è appena iniziato ma va tenuto monitorato, così come gli umori dei candidati che ancora oggi sono in bilico e che potrebbero entrare in caso di vittoria al secondo turno.

Sul fronte opposto, invece, nessun dialogo ufficiale sembra voler aprire Alfonso Golia che dopo il mezzo capolavoro compiuto nella prima parte di campagna elettorale, ora vuole portare a compimento una sfida che sembrava improba ma che invece rischia di trasmutarsi in realtà. “Il risultato del primo turno di queste elezioni amministrative ci dice che la città ha già scelto la strada della responsabilità” ha affermato Alfonso Golia dopo il 35,27% delle preferenze raccolte. “Vorrei ringraziare tutti i 9945 elettori che hanno riposto fiducia in noi, nel progetto politico che abbiamo costruito e portato in giro per la città in questo mese di campagna elettorale. Voglio dire grazie ai 72 candidati che in queste settimane si sono battuti su ogni singola preferenza portando a casa un risultato complessivo di coalizione comunque straordinario. Voglio dire grazie alle centinaia di donne e uomini che con spirito di volontariato hanno contribuito, donando il proprio tempo e la propria competenza e facendo accendere la scintilla di questa grande rivoluzione delle coscienze”. “Adesso, comunque, non è il momento di cullarsi sugli allori e fermarsi.  Bisogna continuare a difendere la città affinché possa voltare, definitivamente, pagina con il passato recente. C’è il secondo tempo della partita da giocare e lo faremo, come al solito, per la strada, tra la gente per la gente con la forza delle nostre idee, senza inciuci e accordi sottobanco con nessuno, il popolo è il nostro unico alleato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ELEZIONI Gianluca Golia-Peppe Stabile, si dialoga per il ballottaggio

CasertaNews è in caricamento