Sindaco senza maggioranza, in 5 lo lasciano: ecco il documento

Spaccatura completa nella compagine di Velardi

Il dado è tratto. Dopo un lungo tira e molla cinque consiglieri comunali hanno ufficialmente abbandonato la maggioranza che fa capo al sindaco di Marcianise Antonello Velardi. E lo hanno ufficializzato con un documento che è stato inviato al primo cittadino ed al presidente del Consiglio Antimo Rondello

A sottoscrivere il documento sono stati Vincenzo Galantuomo, Tommaso Acconcia, Luciano Buonanno, Telia Frattolillo e Gennaro Laurenza al termine di una riunione andata in scena giovedì sera. Gli altri consiglieri Pd per il momento hanno deciso di non rompere ufficialmente, nonostante la forte divisione che c’è stata nei giorni scorsi tra sindaco e segretario (Angelo Raucci). Fatto sta che, ad oggi, il sindaco potrebbe non avere più la maggioranza in consiglio comunale. 

IL DOCUMENTO. “I sottoscritti consiglieri comunali, dopo mesi di discussione in cui tutti i gruppi consiliari di maggioranza si sono prodigati affinché fosse data nuova linfa all’azione amministrativa, prendono atto della volontà del Sindaco e del suo esecutivo di non voler dare seguito a quanto annunciato in varie occasioni pubbliche, violando la fiducia che gli era stata responsabilmente più volte accordata. La urgente necessità di programmare una buona e corretta azione amministrativa non fa parte dell’agenda di questa amministrazione. I ritardi accumulati da questa gestione della Cosa Pubblica, stanno determinando l’aggravarsi di tantissime problematiche che dovrebbero, invece, essere poste al centro del dibattito politico- amministrativo. La volontà del Sindaco di continuare nelle sue polemiche quotidiane, invece di affrontare con serietà i temi amministrativi, non consente la costruzione di un percorso politico-amministrativo capace di dare risposte concrete ed efficienti alla città. I sottoscritti consiglieri comunali, consapevoli che con l’atteggiamento del Sindaco e del suo esecutivo si può solo continuare a danneggiare una città che ha bisogno invece di essere governata con efficienza, senza annunci demagogici, con una visione organica dei suoi problemi e delle sue potenzialità, auspicano una presa di coscienza del Sindaco e del suo esecutivo del grave stato in cui versa l’azione amministrativa. Tutto ciò premesso, dopo una lunga e sofferta discussione, nel prendere atto che in questi mesi, nonostante solenni annunci, l’atteggiamento del Sindaco non è mutato, i sottoscritti consiglieri comunali comunicano la  loro fuoriuscita dalla Maggioranza di Governo. È Continueranno a svolgere in Consiglio Comunale la propria attività, nel rispetto del mandato elettorale ricevuto e del ruolo di vigilanza e controllo che la legge assegna a ciascun consigliere comunale, al fine di attuare concretamente il programma politico-amministrativo sottoposto ai cittadini nel 2016, secondo coscienza, senza alcun vincolo di Maggioranza”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento