Elezioni, Speranza lancia Rosi Di Costanzo sindaco. Apperti e Naim non si candidano

Almeno tre liste a sostegno dell'aspirante fascia tricolore. Chiusura su chi "è colluso con vecchie amministrazioni". Dialogo ancora aperto coi 5 Stelle

Speranza per Caserta rompe gli indugi e presenta il candidato sindaco che guiderà il movimento civico alle prossime elezioni comunali. La scelta è ricaduta su Rosi Di Costanzo, insegnante e già presidente del comitato di vivibilità cittadina "Caserta, no degrado no movida selvaggia". 

Miccolo: "Almeno 3 liste in campo. Dialogo aperto coi 5 Stelle"

Quella di Rosi Di Costanzo "è stata una scelta naturale - ha spiegato il coordinatore Michele Miccolo - Rappresenta la città che si vuole ribellare e la vera ribellione è il rispetto delle regole". Qualche indicazione arriva anche sulla coalizione che sosterrà Di Costanzo e sugli obiettivi del movimento: "Saranno almeno tre le liste in campo - prosegue Miccolo - Vogliamo creare un polo di cittadinanza attiva e siamo aperti a tutti i cittadini che hanno a cuore l'interesse della città e che non si siano collusi con le precedenti amministrazioni. Puntiamo a vincere le elezioni con chi oggi si lamenta ed oggi può scegliere di metterci la faccia". E tra le trattative in campo, in vista delle elezioni, resta aperto il dialogo con gli attivisti del meetup "Amici di Beppe Grillo". "Non siamo riusciti ad indicare un candidato comune - rivela Miccolo - Il Movimento 5 Stelle per una questione organizzativa ha bisogno di più tempo. Spero che quando scioglieranno i dubbi al loro interno si riprenderà il dialogo". 

La candidata sindaco: "Serve cambiamento con sdegno e coraggio"

La candidata a sindaco Rosi Di Costanzo, da sempre impegnata sul fronte vivibilità cittadina, rappresenta il nome a sorpresa di questa tornata elettorale sul fronte di Speranza. "Dobbiamo pensare ad una popolazione che è abituata ad un sistema che è addormentato, che va avanti per inerzia - dice la candidata - Bisogna cambiare la mentalità. Io credo che Speranza per Caserta sia una forza politica di cambiamento" e citando Sant'Agostino "la speranza ha due figli: lo sdegno ed il coraggio. Sono questi gli elementi che ci vogliono per ribellarsi a questo stato di cose". Sul programma Di Costanzo non si sbilancia: "E' in essere e lo faremo con i cittadini. Abbiamo bisogno di persone che si mettano in gioco e spero di riuscire a mettere insieme un po' tutti". Sui competitors, Marino su tutti, Di Costanzo non si esprime: "è ora di guardare avanti", ha chiosato. Poi una battuta sulla questione movida selvaggia, argomento su cui la candidata porta da tempo avanti le sue battaglie. "Non faremo guerra a nessuno, non è nostra intenzione - ha spiegato - Il nostro obiettivo è il rispetto delle regole sia da parte dei commercianti sia da parte dei cittadini. Chi viola le regole danneggia tutti". 

speranza per caserta-2

Apperti e Naim fuori dai candidati. Appello a chi vuole assumersi la responsabilità civica

Sui candidati al consiglio comunale al momento non trapela nulla. L'unica certezza è che i consiglieri uscenti Norma Naim e Francesco Apperti (quest'ultimo oggi assente perché in isolamento volontario dopo la positività di una collega di lavoro) non faranno parte della rosa dei candidati. "Rispetteremo il limite dei due mandati - chiarisce Miccolo - Nessuno qui può pensare di utilizzare lo status di consigliere a vita". Ma i due consiglieri uscenti di certo non lasciano il movimento civico: "metteremo la nostra esperienza a disposizione per contrastare il sistema clientelare e favorire la nascita di un'amministrazione vicina ai cittadini", ha sottolineato Naim. 

Ed ora Speranza per Caserta avvia lo "scouting" alla ricerca di candidati rivolgendosi a cittadini ed associazioni che vogliono prendersi questa responsabilità e che dovranno rispecchiare i valori di "onestà, competenza e coraggio", dichiara l'ex parlamentare Sergio Tanzarella e fra gli ideatori di Speranza per Caserta. "Dopo 11 anni - prosegue Tanzarella - non siamo più una lista civica, siamo un movimento. Siamo pronti a prendere un'eredità pesante, con due dissesti che rappresentano un tristissimo primato a livello nazionale. Dobbiamo farci carico di quello che i partiti non fanno più e ci appelliamo a tutti quei cittadini che con noi vogliono fare questo sacrificio per il bene comune". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento