Sei mesi di amministrazione, opposizione all'attacco: "Solo annunci e festicciole"

Il gruppo di minoranza critica l'immobilismo del primo cittadino Branco

L'ex candidato sindaco Angelo Di Rienzo

Hanno concesso i ‘fisiologici’ 6 mesi di amministrazione per capire quale potesse essere l’operato del sindaco Branco e poi sono usciti fuori con ‘forza’ con un manifesto per tutta la città di Capua che tocca ogni argomento andando a contestare quello fatto e quello (specialmente) non fatto dal nuovo gruppo dirigente che guida il Municipio. 

Per l'ex sindaco candidato sindaco Angelo Di Rienzo, Rosaria Nocerina della lista di minoranza 'Siamo Capua'; Melina Ragozzino di Forza Italia e Anna Vegliante della Lega sono stati "sei mesi inutili di annunci e feste". 
Secondo l'opposizione "a quasi sei mesi dall’insediamento dell’Amministrazione Comunale nulla è cambiato; almeno nulla è cambiato in senso positivo. Per onestà intellettuale abbiamo ritenuto dover dare all’Amministrazione un tempo sufficiente per organizzarsi e cominciare a mostrare i frutti di un impegno a servizio della Città, per non fare opposizione “a prescindere”, convinti come siamo del ruolo costruttivo della minoranza, il cui impegno deve essere finalizzato al bene della comunità".
Ma oggi a Capua "lo stato di degrado in cui versa la città è evidente a tutti, con molte zone completamente abbandonate, in special modo le periferie".

E quindi i 4 consiglieri di minoranza passano agli argomenti da trattare: "Poco o nulla è stato fatto per affrontare e avviare a soluzione le emergenze che attanagliano la città: rifiuti di ogni genere ingombrano costantemente le strade, le ecoballe del Frascale sono sempre lì, il ponte nuovo è ancora chiuso e al di la delle sbandierate delibere e decreti vari, non si conoscono i tempi del dissequestro da parte dell’Autorità Giudiziaria, e tutte le belle promesse della campagna elettorale, tali sono rimaste: promesse".

Per l'opposizione le uniche iniziative dell’attuale amministrazione di centrosinistra "sembrano essere l’organizzazione di eventi e festicciole varie, forse utili a distrarre la cittadinanza dai problemi reali e regalare poche ore di effimera vivacità per poi tornare alla desolazione più totale. A sei mesi dall’insediamento non conosciamo l’agenda politica di questa amministrazione, né siamo a conoscenza di un minimo di seria programmazione nei settori che interessano i cittadini".
Del PUC "a meno di riunioni più o meno “private”", con la partecipazione anche di tecnici organici alla maggioranza, "non si conosce alcun dettaglio". "Alla cittadinanza non è dato sapere che idea di sviluppo della città abbia in mente l’Amministrazione comunale, quasi come se il PUC fosse un argomento ad essa riservato, una “questione privata”, e non lo strumento essenziale per lo sviluppo ed il rilancio dell’intero territorio comunale, a cui hanno il diritto/dovere di concorrere tutte le componenti della città come i commercianti, gli imprenditori, le associazioni, le categorie professionali etc".
Che dire poi delle "croniche inadempienze contrattuali della ditta affidataria della raccolta rifiuti", con la qualità del servizio definitiva "pessima", a fronte di "costi altissimi a carico della collettività, e del ricorso diretto da parte dell’Amministrazione, ad altre aziende esterne per la raccolta in emergenza, con conseguente aggravio dei costi. La raccolta differenziata è ai minimi storici italiani, con i cittadini costretti a esibirsi in veri e propri slalom per evitare i cumuli di rifiuti, e con evidenti conseguenze anche di tipo igienico sanitario".

"Inutile parlare di manutenzione di caditoie stradali perennemente ostruite - continuano -, in questi giorni causa di allagamenti delle sedi stradali, e della mancata potatura di alberi ed arbusti. Ma alla stessa azienda di raccolta, coinvolta in procedimenti giudiziari e destinataria di sequestri preventivi il 18 aprile scorso, per inadempienze molto meno gravi, è stato revocato l’incarico dai comuni di Monopoli, Conversano, Mola di Bari e Polignano a mare: A Capua invece resiste imperterrita". 
Per l'opposizione poi è "abbastanza “singolare” poi l’istituzione di una Zona a Traffico Limitato in alcune via del Centro Storico. Una ZTL dalla dubbia utilità/necessità, senza tra l’altro consultare preventivamente le categorie dei commercianti, degli operatori economici e dei cittadini residenti del Centro Storico, dove si registra una situazione del commercio e delle attività produttive a dir poco disastrosa e che, in alcune ore della giornata, è desolatamente deserto. Un momento di difficoltà economica come quello che viviamo dovrebbe vedere l’Amministrazione al fianco degli esercenti in difficoltà rendendo la città più pulita ed ospitale, non svuotandola. Questi esperimenti improvvisati sottolineano ulteriormente i limiti di un'amministrazione che fin qua ha dimostrato di avere poche idee e abbastanza confuse".

E quindi in conclusione "come giustificare la volontà di insistere su un Concorso per l’Assunzione full time di pochissime unità del corpo dei Vigili Urbani, quando ci sono i tre quarti del personale di polizia municipale in part time da dodici anni con alcune unità con sole tre ore di servizio? Perché non spalmare le ore disponibili su tutto il personale part time già in servizio? E potenziare così l’intero Corpo di Polizia Municipale? E infine, ciliegina sulla torta: a cosa è stato destinato un regalo insperato come l’extra gettito dell’IMU? Ebbene, anziché destinare i pochi fondi disponibili alla riparazione delle tantissime buche nelle strade, alla manutenzione dei malridotti impianti sportivi o degli edifici scolastici di tutto il territorio, si è preferito destinarli a sovvenzionare attività culturali di privati. Come dire che un “buon padre di famiglia” dia priorità alla sottoscrizione dell’abbonamento a Sky piuttosto che riparare il tetto di casa. Nulla di illecito ad onor del vero, legalmente incontestabile, ma politicamente ed eticamente discutibile, ancorché fin troppo prevedibile. Tutte queste tematiche ed altre ancora, portate dalla minoranza all’attenzione del Consiglio Comunale, con numerose interrogazioni consiliari rivolte alla maggioranza, non solo non hanno avuto risposta scritta come richiesto, ma hanno avuto risposte (raramente) spettacolari ma tristemente vaghe e lacunose. Gran parte della cittadinanza è già stanca di un’amministrazione in chiara confusione, di soli annunci propagandistici, feste e festicciole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Bollo auto, quando pagarlo e come ottenere la riduzione nel 2020

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Bollo, sconto del 10% anche a Caserta: ecco come averlo

  • Non supera il test di Medicina, il giudice ordina all’Università di farle ripetere la prova

  • L'imprenditore pentito: "Ho preso il posto di Zagaria dopo il suo arresto"

Torna su
CasertaNews è in caricamento