La consigliera comunale lascia la Lega: "Partito lontano dai problemi della città"

La decisione dopo le elezioni regionali: "Per evitare strumentalizzazioni"

La consigliera comunale di Capua, Anna Vegliante

La consigliera comunale di Capua, Anna Vegliante, ha deciso di lasciare la Lega e di conseguenza anche il rispettivo gruppo consiliare. La decisione arriva come un fulmine a ciel sereno dopo la campagna elettorale e le elezioni regionali "onde evitare strumentalizzazioni ed eventuali disagi". Per la Vegliante infatti sono "venute a mancare le condizioni che inizialmente videro aderire alla Lega me e numerosi simpatizzanti, tanto da poter formare, in tempi rapidi e senza particolari difficoltà la lista in occasione delle ultime elezioni comunali, tanto era l'entusiasmo e la partecipazione al progetto politico che animava la lega trainando la coalizione del centrodestra, se pur collocandosi all' opposizione, ma facendo registrare un lusinghiero risultato elettorale diventando il primo partito della coalizione".

"Purtroppo quelle condizioni sono scemate, difatti ho da mesi registrato un totale scollamento tra il gruppo dirigente del partito, i tanti sostenitori che a vario titolo si erano avvicinati al partito, e anche con il gruppo consiliare di appartenenza. Infatti alcune iniziative intraprese dall'opposizione, come ad esempio quella della raccolta delle firme per contrastare la collocazione di un sito di stoccaggio di rifiuti sul territorio di Capua, non hanno mai avuto il sostegno del suddetto gruppo dirigente locale né tantomeno quello oltre i confini cittadini, mentre puntualmente presenziava a gazebi a sostegno di iniziative che poco avevano a che fare con le problematiche cittadine, disperdendo così, quanti avevano aderito, le loro energie ed il loro entusiasmo", dice la Vegliante.

"Mai infatti è iniziata una reale fase di radicamento del partito sul territorio che evidentemente anche se più volte annunciata non rientra nei progetti del gruppo dirigente, visto che è una costante caratteristica che si registra a tutti i livelli, cittadino, provinciale e regionale. Non sarà un caso se la lega in Campania è coordinata da un parlamentare del Nord. La mia esperienza politica, appena sbocciata, è sempre stata improntata al confronto, alla moderazione e non nascondo che il continuo esprimere argomentazioni estremiste e veementi, provocano in me forte disagio, ma anche in tanti che come me, rimpiangono una politica non urlata, ma improntata al confronto, alla partecipazione se pure accesa, nel difendere i propri convincimenti, come più volte dimostrato - ha concluso -. Continuerò ad incalzare la maggioranza sulle tante problematiche che ad oggi, dopo quasi due anni continuano ad essere disattese, dai banchi dell'opposizione, così come decretato dai cittadini, ma con lo stesso impegno di sempre lavorerò al progetto di rinascita di un gruppo moderato capace di dare risposte ad una città che da troppo tempo attende riscatto e rispetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato il dj Joseph Capriati: il padre arrestato per tentato omicidio

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Caserta in ansia per Joseph Capriati, il dj più famoso da Ibiza agli Usa

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

Torna su
CasertaNews è in caricamento