rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Politica Capodrise

Scontro in maggioranza: l'assessore presenta denuncia in Procura

D'Angelo contro Di Paolo (Siamo Capodrise): "Un piano volto a denigrare la mia immagine pubblica e privata, con l'unico obiettivo di allontanarmi dalla maggioranza di cui faccio parte"

Lo scontro interno alla maggioranza finisce in Tribunale. L'assessore Luisa D'Angelo, infatti ha deciso di presentare denuncia-querela nei confronti dell'esponente di Siamo Capodrise, Michele Di Paolo, ritenuto responsabile di una durissima presa di posizione nei confronti del sindaco Vincenzo Negro e dell'assessore Luisa D'Angelo, puntando il dito contro quest'ultima in merito a una indagine della Corte dei Conti. Secondo Di Paolo l'inchiesta avrebbe già accertato gravi inadempienze. La D'Angelo, però, ha replicato sottolineando che l'indagine è ancora in corso e che comunque riguarda il periodo tra gli anni 2014 e 2021 mentre l'attuale amministrazione si è insediata solo ad ottobre 2021. Probabilmente, quindi, si tratta della gestione dell'Ente da parte delle amministrazioni precedenti a quella del sindaco Negro e, comunque, non riferibili alla stessa D'Angelo.

Accuse gravi che, secondo la D'Angelo, servono solo per gettare fango sulla sua persona, non solo dal punto di vista politico. Da qui la decisione di rivolgersi a un legale per presentare denuncia contro le dichiarazioni rese da Di Paolo.

Quindi lo sfogo: "Negli ultimi mesi sono stata travolta da una comunicazione alluvionale, ritenendo necessario evitare polemiche e strumentalizzazioni ho preferito rimanere in silenzio e non rispondere alle continue accuse mosse da una parte della maggioranza consiliare, e dal gruppo politico a sostegno della stessa. Visto che, negli ultimi comunicati, la campagna denigratoria, messa in scena nei miei confronti, ha assunto toni non più tollerabili, ho ritenuto opportuno rivolgermi alle autorità giudiziarie competenti per la tutela dei miei diritti. Un piano volto a denigrare la mia immagine pubblica e privata, con l'unico obiettivo di allontanarmi dalla maggioranza di cui faccio parte".

E ancora: "Preferisco non entrare nel merito della questione, ma ci tengo a precisare che l'ispezione della Corte dei Conti è riferita ad annualità pregresse (2014-2021), e che le criticità sollevate dall'organo di controllo riguardano atti gestionali e non scelte di indirizzo politico. In questi anni di piena attività politico-amministrativa ho sempre agito in piena legittimità e trasparenza e continuerò a farlo, senza mai sottrarmi al confronto che in più casi i miei 'accusatori' hanno marinato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro in maggioranza: l'assessore presenta denuncia in Procura

CasertaNews è in caricamento