menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sviluppo Italia Campania riprende i lavori per le convocazioni dei colloqui

Napoli - «Da oggi, a Sviluppo Italia Campania e dopo il riavvio dei lavori già anticipato qualche settimana fa, concretamente riprendono i lavori per le convocazioni dei colloqui, il cui arretrato ammonta a circa duemilatrecento pratiche, e le...

«Da oggi, a Sviluppo Italia Campania e dopo il riavvio dei lavori già anticipato qualche settimana fa, concretamente riprendono i lavori per le convocazioni dei colloqui, il cui arretrato ammonta a circa duemilatrecento pratiche, e le firme dei contratti di chi ha già avuto la delibera di ammissione alle agevolazioni.»

È quanto sostiene con soddisfazione l'On. Pietro Diodato che da presidente della terza commissione consiliare della Regione Campania ha seguito con puntuale quotidianità le vicende societarie culminate con la famosa "nota interna" da parte del liquidatore, Avv. A. Arcese, di sospensione delle istruttorie e quindi dei colloqui per accedere alle agevolazioni che ai sensi e per gli effetti del D.Lgs 185/00 Titolo II hanno diritto i giovani disoccupati che presentano progetti imprenditoriali, ed ancor più grave, la sospensione delle sottoscrizioni dei contratti per chi, avendo già ottenuto la delibera di ammissione, ne attendeva solo la formalizzazione per ottenere così i fondi necessari per avviare l'attività. L'On. Diodato ha fortemente voluto la ripresa dei lavori che erano stati appunto arbitrariamente interrotti dal liquidatore, invitando quest'ultimo alla revoca immediata della detta "nota interna" con cui l'Avv. Arcese sospendeva le attività societarie.
«Mi auguro, commenta l'On. Diodato, che i dipendenti di Sviluppo Italia Campania, ad oggi in liquidazione, cui sono solidalmente vicino, riescano a compiere un piccolo "miracolo lavorativo", smaltendo in breve tempo e senza penalizzazioni per gli utenti l'arretrato che purtroppo, loro malgrado si è creato; Sviluppo Italia Campania è stata negli anni di operatività, un concreto volano per l'economia della regione Campania ed il nostro impegno sarà nella direzione della continuità aziendale secondo lo ratio del D.Lgs. 185/00.»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento