menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101215184352_cosentino_e_landolfi_ftv

20101215184352_cosentino_e_landolfi_ftv

Eco4, a Montecitorio richiesta utilizzo intercettazioni che coinvolgono l'esponente Pdl Mario Landolfi

Mondragone - Voto di scambio e favoreggiamento ai Casalesi, finisce a Montecitorio la richiesta di utilizzo delle intercettazioni che coinvolgono Mario Landolfi. Il gup Alessandra Ferrigno, accogliendo la richiesta della procura, ha inoltrato al...

Voto di scambio e favoreggiamento ai Casalesi, finisce a Montecitorio la richiesta di utilizzo delle intercettazioni che coinvolgono Mario Landolfi. Il gup Alessandra Ferrigno, accogliendo la richiesta della procura, ha inoltrato al Parlamento la richiesta di utilizzare le intercettazioni telefoniche tra il deputato e vice-coordinatore regionale del Pdl, l'imprenditore Sergio Orsi e l'ex presidente del consorzio intercomunale Ce 4, Giuseppe Valente. Per lo stesso motivo è stato sospeso il procedimento che riguarda il parlamentare Pdl.
Anche la posizione del coordinatore regionale del partito in Campania, Nicola Cosentino, era stata oggetto di interesse dei pm: accusato di concorso esterno in associazione mafiosa per rapporti col clan e costretto alle dimissioni da sottosegretario all'Economia. Nei suoi confronti una richiesta d'arresto era stata respinta dalla Camera.

La parola, adesso, passa alla Giunta per le immunità della Camera che, visti i precedenti, difficilmente autorizzerà l'utilizzo delle stesse; successivamente, una volta raccolto il parere della Giunta sarà l'aula di Montecitorio ad esprimersi ed è chiaro che la maggioranza farà quadrato attorno all'onorevole Landolfi.
La posizione di Landolfi è diversa: era stata stralciata dal processo sugli illeciti della Eco4, la società controllata dai fratelli Orsi e dal boss Francesco Bidognetti che, secondo l'accusa, in cambio di appalti per la raccolta dei rifiuti nei Comuni del Casertano, assumeva persone vicine a politici e uomini di potere. Uno dei due fratelli, Michele Orsi, fu assassinato domenica primo giugno 2008 a Casal di Principe, mentre andava a prendere una Coca cola e dei dolci per i bambini al Roxy bar.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Mille “furgoni lumaca” in autostrada contro le chiusure

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano, contagi in calo

  • Cronaca

    La Procura sequestra il varco d'ingresso al Lidl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento