menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101118201853_00040_ministro_questura_Napoli

20101118201853_00040_ministro_questura_Napoli

Arresto Iovine, Ministro Maroni: 'E' il frutto dellinteso lavoro partito dal 'modello Caserta'

Napoli - L'arresto del boss superlatitante Antonio Iovine è «un colpo durissimo alla criminalità organizzata e in particolare alla camorra, frutto di un intenso lavoro partito dal 'modello Caserta', messo in atto due anni fa, come ha riconosciuto...

L'arresto del boss superlatitante Antonio Iovine è «un colpo durissimo alla criminalità organizzata e in particolare alla camorra, frutto di un intenso lavoro partito dal 'modello Caserta', messo in atto due anni fa, come ha riconosciuto il Capo dello Stato».
Lo ha detto oggi in questura a Napoli il ministro dell'Interno Roberto Maroni, parlando con i giornalisti prima di incontrare, insieme al Guardasigilli Angelino Alfano e al capo della Polizia Antonio Manganelli, il questore, la squadra mobile e la squadra catturandi per complimentarsi con loro e portare i ringraziamenti del Governo dopo l'arresto del numero uno della camorra casalese avvenuto ieri.

Al suo fianco anche il vicecapo della polizia Francesco Cirillo, il prefetto del capoluogo partenopeo Andrea de Martino e i vertici delle questure di Napoli e Caserta.
«L'antimafia dei fatti - ha ribadito il ministro - è l'antimafia dei successi. Questa è l'antimafia cui io e Alfano ci onoriamo di appartenere». Per il titolare del Viminale «ieri ma anche oggi sono due giornate bellissime per la giustizia e la legalità», aggiungendo «a parte il cattivo tempo oggi ci sentiamo tutti più liberi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento