menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esperti chiamati nelle consulte cittadine

Sant'Anastasia - Tre cittadini anastasiani notoriamente esperti in materia di attività produttiva faranno parte di due distinte consulte previste dallo Statuto Comunale: la Consulta per le Attività Produttive e la Consulta Cittadina per le...

Tre cittadini anastasiani notoriamente esperti in materia di attività produttiva faranno parte di due distinte consulte previste dallo Statuto Comunale: la Consulta per le Attività Produttive e la Consulta Cittadina per le manifestazioni, i grandi eventi, per lo spettacolo e le tradizioni anastasiane.
Una novità voluta dal Sindaco, Carmine Esposito e realizzata dall'assessore Felice Manfellotto per rendere partecipata la vita amministrativa, che il Civico Consesso ha approvato con l'astensione della minoranza. Incassata la fiducia dell'intero Consiglio, l'assessore può essere soddisfatto di aver dotato l'Ente di due strumenti operativi e democratici per approfondire al meglio i temi che stanno a cuore del Sindaco e di moltissimi operatori territoriali, finora "scollati" dalle decisioni di palazzo. Un'inversione di tendenza dell'amministrazione Esposito, più volte annunciata in campagna elettorale: i cittadini devono partecipare alla vita pubblica.Per entrambe le consulte - che operano a titolo gratuito - valgono le seguenti regole: due esperti saranno designati dalla maggioranza del Consiglio Comunale ed uno dalla minoranza. I tre cittadini esperti saranno affiancati, nel coordinamento, da un terzo dei componenti l'assemblea generale, che a sua volta è formata da n. 1 rappresentante per ogni associazione di categoria e dall'assessore al ramo con delega inerente la materia da trattare in riunione, senza diritto di voto. Presidente dell'assemblea generale è il Sindaco o l'Assessore delegato.
I componenti della Consulta alle Attività Produttive sono designati dalle associazioni di categoria (Confartigianato, Confederazione Nazionale dell'Artigianato della piccola e Media Impresa, Confesercenti, Confcommercio, Confederazione Italiana Agricoltori, Coldiretti, Confindustria etc.) e dalle organizzazioni rappresentanti le parti sociali, allo scopo di confrontarsi e fare proposte in materia di iniziative e progetti di sviluppo delle attività produttive nonché di discussione sulle problematiche di settore e di interesse generale tra gli imprenditori del Commercio, dell'Artigianato, dell'Industria, dell'Agricoltura e delle Attività terziarie operanti nel territorio del Comune di Sant'Anastasia.
Quelli della Consulta Cittadina per la cultura e tradizione sono indicati dalle associazioni operanti sul territorio, per realizzare eventi musicali, teatrali, culturali e manifestazioni concernenti anche le tradizioni locali, partecipando così, in un ruolo fondamentale, alla crescita socio-culturale dei cittadini, nell'obiettivo di rivisitare e poter conservare vivo il ricordo delle vicende etniche che contraddistinguono il territorio e la sua popolazione.

"Ritengo un momento di democrazia importante aver avuto la condivisione della minoranza sulle consulte. Ai cittadini non può essere negata la partecipazione. Tutti, nessuno escluso, le associazioni, le organizzazioni civiche, comitati, enti, Fondazioni, possono sentirsi coinvolti . Desideriamo - afferma l'assessore Manfellotto - la collaborazione di tutte le associazioni che si occupano di sviluppo del lavoro e imprenditoria sul territorio, di cultura e tradizione, per cui, coinvolgendole e chiamando esperti in materia speriamo di aprire un momento nuovo all'interno del paese. La comunità imprenditoriale anastasiana, per la sua naturale vocazione, ha sviluppato, negli anni, un tessuto produttivo importante che abbisogna di essere veicolato in un progetto di marketing idoneo a catalizzare le prospettive dell'attività d'impresa e poterne garantire il doveroso sostegno istituzionale, con una proiezione dell'immagine al di là dei confini comunali.
Così come tutti gli operatori culturali e gli amanti delle nostre tradizioni devono sentire vicina a loro l'Ente Locale e l'Amministrazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento