menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100704074830_Zinzi

20100704074830_Zinzi

Domenico Zinzi firma al tavolo dei Radicali Caserta

Caserta - Sabato 3 Luglio si è svolta la prima giornata di raccolte firme per presentare al consiglio comunale di Caserta la petizione dell'APE (anagrafe pubblica degli eletti).L'iniziativa, promossa dall'Associazione radicale di Caserta: legalità...

Sabato 3 Luglio si è svolta la prima giornata di raccolte firme per presentare al consiglio comunale di Caserta la petizione dell'APE (anagrafe pubblica degli eletti).L'iniziativa, promossa dall'Associazione radicale di Caserta: legalità e trasparenza e dall' Associazione Luca Coscioni Caserta, ha riscosso successo, numerosi i casertani che hanno firmato la petizione, molti gli interessati alle future iniziative dei radicali, che ormai rappresentano una realtà politica consolidata nel contesto Casertani. Firmatario della petizione è stato anche l'on. Domenico Zinzi, presidente della provincia di Caserta che si è trattenuto qualche minuto al tavolo dei radicali dichiarando: l'anagrafe degli eletti è uno strumento essenziale dalla politica, spero che la petizione promossa dai radicali casertani venga accolta, Zinzi continua: mi dichiaro disponibile a fornire questo strumento all'ente provinciale.Gianroberto Zampella, tesoriere della Luca Coscioni Caserta e Josef Ferraro, militante radicale coscioniano, tra gli organizzatori dell'evento, dichiarano: Siamo soddisfatti di come si è svolta la prima giornata di raccolta firme, per presentare la petizione al consiglio comunale occorrono 50 firme, in sole poche ore sono state raccolte più della metà. Zampella e Ferraro ricordano che la raccolta firme si svolgerà anche nella giornata di domenica 4 luglio, in via Mazzini, dalle ore 10.00 alle 13.00 dove sarà possibile lasciare un piccolo ma essenziale contributo economico, visto che i radicali casertani stanno compiendo uno sforzo per fornirsi di una sede fisica nella città di Caserta. Interviene su questo punto Francesco Giaquinto, presidente dell'Associazione Radicale Legalità e Trasparenza, che dichiara: per noi radicali che da sempre ci battiamo contro il finanziamento pubblico dei partiti, l'auto-finanziamento e il contributo volontario da parte dei cittadini è molto importante, anche solo 1 euro è essenziale soprattutto in questi giorni in cui si sta lavorando nel costituire una sede fisica alle nostre associazioni, la sede è fondamentale per continuare il lavoro che si sta svolgendo in questi anni di intensa attività politica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento