menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100423174350_sindaco

20100423174350_sindaco

Tensioni nel centrodestra a Marcianise: Pdl ritira gli assessori

Marcianise - Sul futuro dell'amministrazione comunale, interviene il sindaco Antonio Tartaglione, e lo fa durante il vertice di maggioranza, convocato proprio su tale tema, nel pomeriggio di venerdì 23 aprile presso la casa comunale. Deciso a...

Sul futuro dell'amministrazione comunale, interviene il sindaco Antonio Tartaglione, e lo fa durante il vertice di maggioranza, convocato proprio su tale tema, nel pomeriggio di venerdì 23 aprile presso la casa comunale. Deciso a mettere la parola fine al bailamme, creatosi a mezzo stampa, il primo cittadino ha voluto ufficialmente rendere noto il proprio punto di vista su una vicenda, che tiene banco da ormai diverse settimane.Vari gli argomenti passati al setaccio durante l'incontro, e che vanno dal richiesto allargamento della giunta ad un'approfondita analisi dell'attività amministrativa di questo primo anno di governo.
"Continuerò ad operare nel solo ed esclusivo interesse della collettività, - ha esordito la locale fascia tricolore nel suo intervento- e non cedo ad alcun ricatto o richiesta che miri alla perorazione di vantaggi personalistici".
Sì alla revisione delle deleghe degli assessori, ma no all'aumento del loro numero da 6 ad 8. E' questa, in sintesi, la posizione espressa dal sindaco Tartaglione relativamente alla sua giunta.

Ed è proprio lui a spiegare le ragioni di tale scelta: "Il buon governo si ottiene dalla perfetta sinergia che si riesce a creare tra le competenze e le doti dei suoi amministratori, e non certo da un meccanico ampliamento della giunta. Pertanto non vedo motivi validi per operare un allargamento. Quanto alla revisione delle deleghe, ritengo che sia necessaria affinché non si verifichino più quei ritardi nell'azione amministrativa, derivanti dalla sovrapposizione delle competenze".
Una presa di posizione, quella del primo cittadino, che il principale interlocutore di maggioranza, il Popolo della Libertà, ha giudicato subito assurda e surrreale. L'effetto immediato che ha prodotto è stato un comunicato altrettanto duro da parte degli uomini della destra marcianisana. "I consiglieri comunali, nonchè gli assessori del Pdl, in risposta alle comunicazioni che la S.V. (il sindaco ndr) ha riferito nella riunione tenutasi in data 23/04/2010 ore 14.30, fanno presente che dissentono totalmente dalle stesse in quanto non coerenti sia con il programma elettorale e sia con i precedenti impegni assunti. Pertanto comunicano che non parteciperanno, con effetto immediato, ai lavori dell'esecutivo, ai consigli comunali ed ai lavori delle commissioni consiliari".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento