menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Candidato Pd Antonio Papa si presenta alla sezione cittadina

Pignataro Maggiore - Davanti al segretario cittadino Agostino Cuccaro e ai tanti militanti presenti, nel tardo pomeriggio di ieri nel circolo del Pd, ha presentato la sua candidatura al consiglio provinciale nel collegio numero 15 Pignataro –...

Davanti al segretario cittadino Agostino Cuccaro e ai tanti militanti presenti, nel tardo pomeriggio di ieri nel circolo del Pd, ha presentato la sua candidatura al consiglio provinciale nel collegio numero 15 Pignataro - Grazzanise, Antonio Papa. Il primo cittadino di Santa Maria la Fossa, vincitore alle elezioni amministrative dello scorso anno, ha ottime chance di fare il bis alla prossima tornata elettorale del 28 e 29 marzo. Papa, dirigente medico, è figlio di un ex dipendente Vavid di Pastorano - paese di cui è originaria la madre. Il candidato al consiglio provinciale ha rimarcato quello che è il forte rapporto che lega l'Agro Caleno e in particolare Pignataro Maggiore, al comune che amministra e a Grazzanise, tutti accomunati dagli stessi problemi: l'emergenza ambientale, quella occupazionale e la tutela della legalità. Grandi battaglie, come quella contro la localizzazione di una discarica per i rifiuti solidi urbani a Pignataro Maggiore, hanno coinvolto, per ovvie ragioni di vicinanza, anche la comunità di Santa Maria la Fossa. Come, d'altra parte, lo smaltimento illegale dei rifiuti nei territori cosiddetti dei "mazzoni", continua ad interessare seriamente la salute dei cittadini pignataresi. L'emergenza occupazionale, arguitasi con la crisi di quasi tutto il polo industriale che va da Vitulazio fino a Sparanise, interessa, non soltanto i tanti lavoratori e tutto l'indotto dell'Agro Caleno, ma anche quella buona fetta di cittadini di Santa Maria la Fossa e di Grazzanise, che ogni giorno prestano ( o prestavano ) il loro importante contributo lavorativo nella stessa zona. Pignataro Maggiore e Santa Maria la Fossa, inoltre, sono accomunati dalla triste peculiarità di essere "feudi di camorra". Su questo fronte Papa ha dichiarato che continuerà a profondere energie nella lotta contro l'illegalità diffusa. In caso di elezione, inoltre, amplierà il raggio della sua azione aldilà dei confini del comune che amministra, dove, nella sua fin qui breve esperienza, ha già lanciato un importante segnale, con la creazione di un'area mercato intitolata a Federico Del Prete ( vittima della camorra ), su beni confiscati alla criminalità organizzata. Al termine della presentazione, il segretario, Agostino Cuccaro, il consigliere comunale, Raimondo Cuccaro e i vertici del circolo, hanno manifestato a Papa la loro piena fiducia politica e personale nei suoi confronti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento