menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schiappa (Pdl) attacca Cennami sul Servizio Idrico

Mondragone - "Il capogruppo consiliare Giovanni Schiappa, unitamente ai consiglieri comunali aderenti al gruppo consiliare de "Il Popolo della Libertà" Maria Eleonora Conte, Salvatore Davidde, Pasquale Marquez, Daniela Nugnes, Alessandro Pagliaro...

"Il capogruppo consiliare Giovanni Schiappa, unitamente ai consiglieri comunali aderenti al gruppo consiliare de "Il Popolo della Libertà" Maria Eleonora Conte, Salvatore Davidde, Pasquale Marquez, Daniela Nugnes, Alessandro Pagliaro, Antonio Pagliaro ed Aldo Santamaria, interviene sulle ultime vicende politico - amministrative che interessano la Città di Mondragone:
"Il Sindaco Cennami conferma per l'ennesima volta che non solo non riesce a risolvere il minimo problema, ma ne crea di nuovi, molto pericolosi per le casse dell'Ente e a totale discapito dei cittadini.
Parliamo del Servizio Idrico. Il Primo cittadino, pur non dimostrando la minima conoscenza dei fatti, ha sempre affermato la gravosità del contratto stipulato dall'Ente durante la precedente Amministrazione, iniziando una complicatissima battaglia legale contro la società affidataria.I cittadini avevano un servizio appaltato che funzionava ed era operativo.
Per Cennami la risoluzione di tutti i problemi era rappresentata dal Consorzio Idrico di Terra di Lavoro, a cui non solo ha inteso affidare provvisoriamente il servizio, ma di recente l'ha prorogato per altri tre mesi.Inoltre, ne ha cantato le lodi sui giornali ed in Consiglio comunale, tentando - tra l'altro - di chiudere un accordo relativo a debiti pregressi tutto a totale sfavore dell'Ente.
Oggi finalmente capiamo la verità. Il Commissario straordinario della Provincia di Caserta, Biagio Giliberti, ha chiesto la messa in liquidazione del Consorzio Idrico di Terra di Lavoro che ha accumulato ben 80 milioni di euro di debiti.

Questa era la grande soluzione del Sindaco Cennami: togliere l'affidamento del servizio ad una società risultante da una regolare gara d'appalto per poi darlo ad un Ente in procinto di fallire!
Questa è la prova di come il nostro Sindaco stia creando guai a non finire, trascurando la seria e motivata agitazione dei familiari di dipendenti che, in un primo caso hanno perso immediatamente il posto di lavoro ed in un altro caso sono obbligati a dimorare sul nostro Comune da numerosi giorni in attesa di ricevere anche una piccola notizia che possa dargli un minimo di certezza?ma Cennami e la sua maggioranza preferiscono affidare i servizi ad Enti che sono sull'orlo del fallimento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento