menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091211073738_Tota

20091211073738_Tota

Strade Sicure, ai bersaglieri subentrano i genieri casertani della Garibaldi

Caserta - Ieri mattina, presso la caserma "Ferrari Orsi", alla presenza del Comandante della Brigata Bersaglieri "GARIBALDI", Generale Giuseppenicola TOTA, nel corso di una semplice ma sentita cerimonia, il Colonnello Claudio MINGHETTI, comandante...

Ieri mattina, presso la caserma "Ferrari Orsi", alla presenza del Comandante della Brigata Bersaglieri "GARIBALDI", Generale Giuseppenicola TOTA, nel corso di una semplice ma sentita cerimonia, il Colonnello Claudio MINGHETTI, comandante dell'8° Reggimento Bersaglieri, di stanza in Via Laviano, e responsabile del 7° comando di piazza nelloperazione "STRADE SICURE", ha ceduto il comando al Colonnello Gianpiero MIRRA, con sede in Via Ruggiero a Caserta, comandante del 21° Reggimento Genio Guastatori. Entrambi i reparti sono organizamente incardinati nella Brigata GARIBALDI. Il Colonnello MINGHETTI lascia la responsabilità dell'operazione "STRADE SICURE" della piazza di Caserta e provincia dopo oltre sette mesi di intensissima attività, compiuta in concorso ed in sinergia con le Forze dell'Ordine, nel controllo del territorio e nella lotta alla criminalità. Attività che, in sette mesi, ha portato all'effettuazione di oltre 10.000 pattuglie con le altre Forze di Polizia; al controllo di oltre 110.000 persone e circa 84.000 veicoli; all'arresto di 214 persone ed alla denuncia all'autorità giudiziarie di altre 332; al sequestro di 1.054 mezzi, di 29 armi e di oltre 1 kg. di droga. Il diuturno operare dei Bersaglieri dell'Ottavo che, in stretta e proficua sinergia con Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, ha portato a brillanti risultati quali, tra l'altro, l'arresto di pericolosi latitanti appartenenti a clan camorristici della zona e la fiducia nelle istituzioni infusa nella popolazione locale, hanno fatto si che l'Autorità di Governo abbia sottolineato la bontà del "modello Caserta" nella lotta alla criminalità, indicandolo come esempio da seguire nelle altre città italiane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento