menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Amendola: Cosentino candidato presidente? Mi ricorda Buster Keaton

Napoli - "Da indiscrezioni sembrerebbe che il regista Berlusconi abbia scelto l'attore principale per le prossime elezioni regionali del Pdl: si vocifera di Nicola Cosentino" ha dichiarato Enzo Amendola, candidato alla segreteria regionale del Pd...

"Da indiscrezioni sembrerebbe che il regista Berlusconi abbia scelto l'attore principale per le prossime elezioni regionali del Pdl: si vocifera di Nicola Cosentino" ha dichiarato Enzo Amendola, candidato alla segreteria regionale del Pd, oggi ad Ariola (Benevento) dove ha incontrato i lavoratori in cassa integrazione della Tessival e della Benfil.
"Più che protagonista completo , Cosentino mi ricorda Buster Keaton, attore del cinema muto, una figura di cui si vedevano i gesti ma senza udire le parole" ha continuato Amendola.
"L'onorevole Cosentino, attuale sottosegretario "ombra" all'economia, da venti mesi non dice una parola sui tagli del governo nazionale all'economia meridionale, sul taglio ai crediti d'imposta per le imprese, sulla rapina dei fondi FAS al Sud, sulla lotta al potere economico della camorra e delle mafie. Insomma - ha precisato Amendola - più che un candidato governatore, mi sembra che la scelta stia candendo su un protagonista che non ha voce in capitolo nell'asse antimeridionalista del governo Bossi-Berlusconi, e che non ha mosso un dito per difendere gli interessi del Sud nell'attuale agenda del governo di destra".

"Anche sull'ultima vicenda della futuribile Banca del Sud non si è compresa la sua posizione, e le giustificate critiche di Casini e dell'Udc non hanno visto nessuna reazione dagli esponenti del Pdl campano. Se veramente la scelta ricadrà su Cosentino - ha spiegato Amendola - il rinnovato centro sinistra può avere le carte in regola per vincere le elezioni rispetto a una classe dirigente meridionale del Pdl afona contro i dettami della Lega Nord".
"La campagna elettorale per le regionali si giocherà non sulla propaganda ma sulle scelte realizzate. Il rischio vero per il "nostro" Buster Keaton Cosentino - adesso che sarà necessario ascoltare il sonoro delle cose fatte- è il fallimento, come è accaduto all'attore americano" ha concluso il candidato alla segreteria regionale del Pd.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento