menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incontri e dibattiti alla Festa del Popolo della Libert

Scafati - Riprende nel pomeriggio di oggi la seconda della due giorni del Popolo della Libertà a Scafati. Quattro gli appuntamenti in agenda. Si comincia alle 17, con il dibattito "Il Governo della libertà. Il programma che sta cambiando l'Italia...

Riprende nel pomeriggio di oggi la seconda della due giorni del Popolo della Libertà a Scafati. Quattro gli appuntamenti in agenda. Si comincia alle 17, con il dibattito "Il Governo della libertà. Il programma che sta cambiando l'Italia e il Meridione"; moderato dal giornalista della "Repubblica", Ottavio Lucarelli. Sul tema si confronteranno il ministro per l'attuazione del programma, Gianfranco Rotondi, il sottosegretario al Welfare, Pasquale Viespoli, e il sottosegretario all'Istruzione, Università e Ricerca, Giuseppe Pizza.
Previsto, invece, per le 17:30, l'incontro con il ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, che intervistata da Gigi Casciello, parlerà di "Mezzogiorno, impresa, pari opportunità, una nuova classe dirigente. Le grandi sfide dell'Italia del futuro".
Alle 18 è in programma l'incontro dal titolo "La Regione della libertà. 2010: quali alleanze e quali programmi per una nuova Regione?". Moderati da Rino Genovese si confronteranno: il vice coordinatore regionale vicario del Pdl, Mario Landolfi, il coordinatore regionale della Costituente di centro, Ciriaco de Mita, e il segretario nazionale dell'Udeur, Clemente Mastella.

A concludere i lavori, sarà, alle ore 19, il coordinatore regionale del Pdl, Nicola Cosentino.
"L'entusiasmo che ha fatto da cornice alla prima festa della Libertà, è in linea con le aspettative di buon governo che ci arrivano da un elettorato fortemente motivato", afferma il coordinatore regionale del Pdl, Nicola Cosentino, che aggiunge: "Quello di cui ci facciamo protagonisti e interpreti è un'idea forte di cambiamento, che arriva da una popolazione e da un'economia che quotidianamente si confronta con un disagio reale e non virtuale, figlio del malgoverno di Bassolino e della sinistra".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento