menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al cimitero tornano fiori freschi, corone e ceri

Caiazzo - Coloro che andranno a visitare i propri cari non dovranno più tener conto dell'ordinanza n. 41 del 21 maggio 2009. E' scaduto oggi (martedì 8 settembre) il divieto assoluto di introdurre nel cimitero comunale di Caiazzo fiori freschi...

Coloro che andranno a visitare i propri cari non dovranno più tener conto dell'ordinanza n. 41 del 21 maggio 2009. E' scaduto oggi (martedì 8 settembre) il divieto assoluto di introdurre nel cimitero comunale di Caiazzo fiori freschi, corone e ceri. Si torna dunque alla normalità visto che la stagione torrida è agli sgoccioli e non c'è più il problema della decomposizione, della permanenza di odori sgradevoli e del proliferare di insetti data l'alta temperatura. "I cittadini hanno collaborato e rispettato il divieto - sostiene il sindaco Stefano Giaquinto soddisfatto del comportamento e del rigore dei residenti - Ora bisogna soltanto continuare a tenere il camposanto pulito perché il cimitero è un simbolo della città ed è opportuno che sia sempre un luogo 'sacro' per la nostra comunità. Noi come Amministrazione Comunale continueremo ad operare in questo senso". Sono iniziati infatti i lavori di ampliamento del nuovo cimitero ed entro la fine del 2010 saranno consegnati ai cittadini 480 nuovi loculi, 96 ossari, 21 loculi interrati e 44 lotti per la costruzione di cappelle gentilizie. Inoltre l'Esecutivo Giaquinto sta lavorando all'istallazione di un impianto fotovoltaico che permetterà ai cittadini un risparmio economico, visto che non dovranno più pagare il consumo dovuto all'alimentazione elettrica della lampade votive.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento