menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Provincia un Seminario di Studi sugli appalti pubblici

Caserta - La necessità di avviare al più presto le attività della Stazione Appaltante Unica Provinciale, per non rallentare in alcun modo le delicate fasi degli appalti pubblici in Terra di Lavoro e l'opportunità di formare ed aggiornare in...

La necessità di avviare al più presto le attività della Stazione Appaltante Unica Provinciale, per non rallentare in alcun modo le delicate fasi degli appalti pubblici in Terra di Lavoro e l'opportunità di formare ed aggiornare in qualche modo quanti si dovranno occupare delle procedure, ha indotto la Provincia ad organizzare un percorso formativo, un vero e proprio seminario di studi, articolato sui numerosi istituti giuridici afferenti gli appalti pubblici. Il "corso" si svilupperà dal 10 settembre prossimo - !6,30 - e terminerà intorno al 20, nell'aula consiliare della Provincia in Corso Trieste. Come è noto, alla nuova struttura è stata dedicata una Sede del tutto autonoma, (palazzo Femiani in Corso Trieste) ed una struttura organizzativa alla quale sono stati destinati ben venti funzionari dell'Ente particolarmente esperti del Settore Lavori Pubblici, che dovranno, in concreto, espletare tutte le procedure di gara per conto della stessa Provincia e degli Enti che hanno aderito all'iniziativa e di quelli che aderiranno, fino a giungere all'aggiudicazione degli appalti. Il Seminario di Studi sarà tenuto dal Dr. Carlo Buonauro, Magistrato del TAR Campania e dal Prof. Carlo di Nanni, Docente di Diritto Commerciale presso la Facoltà di Giurisprudenza della Federico II. Un'ampia relazione introduttiva, sarà tenuta dal Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria C.V. Dr. Corrado Lembo, che tratterà gli aspetti penali che caratterizzano il sistema degli appalti.
"si è deciso di fornire agli operatori ma anche agli Amministratori una più approfondita conoscenza dell'intero ciclo degli appalti ma soprattutto - sottolinea il Commissario Straordinario Prefetto Biagio Giliberti - l'opportunità di un aggiornamento giuridico-normativo perché la complessa materia ha subito e subisce modifiche senza interruzione, nello sforzo del Legislatore di porre al riparo le opere pubbliche da qualunque possibilità di infiltrazioni malavitose e di interessi economici che nulla hanno a che vedere con l'interesse pubblico. A presenziare alla relazione introduttiva della prima giornata di lavoro sono stati invitati sia i Sindaci dei Comuni che hanno già aderito alla Stazione Unica Appaltante, sia quelli che potranno decidere di farlo in futuro insieme ai Commissari Prefettizi, così come i vertici delle Comunità Montane, dell'ASI, dell'ASL CE e dell'Istituto Autonomo Case Popolari di Caserta. A tutti è stata sottolineata l'opportunità di assicurare la frequenza del proprio personale dedicato al settore degli appalti. Sono difatti talmente tanti ed in continuo divenire, gli istituti giuridici afferenti l'affidamento di lavori di forniture di beni e servizi alla Pubblica Amministrazione da richiedere un aggiornamento tecnico-giuridico sugli adempimenti, una necessità fortemente avvertita da quanti, amministratori e dipendenti, devono misurarsi quotidianamente con tale normativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento