rotate-mobile
Politica

Anzalone (Dl) su Emendamento Legge spettacolo

Napoli - "Ho assunto l’iniziativa, unitamente al Presidente della V Commissione consiliare permanente, on.le Angelo Giusto, e al capogruppo consiliare della Margherita, on.le Mario Sena, di presentare un maxiemendamento al disegno di legge sullo...

"Ho assunto l’iniziativa, unitamente al Presidente della V Commissione consiliare permanente, on.le Angelo Giusto, e al capogruppo consiliare della Margherita, on.le Mario Sena, di presentare un maxiemendamento al disegno di legge sullo Spettacolo, di imminente discussione in Aula, che trasforma come Titolo V di questo DL la proposta di legge che ha come primo firmatario e proponente l’on.le Giusto e come altri firmatari, oltre allo scrivente ed all’on.le Sena, gli onorevoli Franco D’Ercole, capogruppo di AN e Cosimo Sibilia, capogruppo di FI (la qualcosa dimostra la pressoché universale condivisione da parte dei gruppi regionali di questa proposta di legge).Le finalità di questa iniziativa di unificazione di due progetti legislativi sono, essenzialmente, due. La prima che, a parer nostro, appare irrinunciabile, è di avere una legge regionale che promuova, disciplini e organizzi l’intervento della Regione nei due settori fondamentali dello spettacolo: quelli teatrale e cinematografico. E’ peraltro quasi un’esplicitazione dell’ovvio che la Campania è terra, oltre che di famosi cantanti e autori indimenticabili di sublimi melodie, dei più grandi, rinomati attori, registi e autori di testi teatrali e cinematografici, che hanno dato meritata ed imperitura fama mondiale al Teatro e al Cinema italiano (da Eduardo Scarpetta a Viviani, Totò a Titina, Eduardo e Peppino De Filippo, a Massimo Troisi ed Ettore Scola, per citare solo alcuni eccelsi nomi di napoletani e campani che fanno parte del pantheon luminoso ed eterno dell’arte teatrale-cinematografica europea ed internazionale). Inoltre, come non dirlo, nel mentre appare come dovere indeclinabile di un’istituzione come la Regione promuovere la nascita, la formazione e l’affermazione di giovani talenti, così numerosi e geniali in questa terra d’arte, di cultura e di poesia, che è la romana Campania felix, il mondo dello spettacolo è stato, è e potrà sempre più essere uno dei fondamentali attrattori turistici, contribuendo anche a elevare il tono culturale e civile della nostra comunità.La seconda finalità che perseguiamo, proponendo la costituzione del Consorzio Campania Cinema, è quella di valorizzare, unificandole e potenziandole, importanti e significative iniziative cinematografiche della fascia costiera e dell’entroterra. Ci riferiamo al Giffoni Festival Film, al Premio cinematografico Sergio Leone di Torella dei Lombardi, agli Incontri di Sorrento, al “Premio Massimo Troisi”, all’“Ischia Film Festival”, alla Scuola del Documentario di Bagnoli. Vale la pena di ricordare che, tra i tanti e quanto mai validi obiettivi che il Consorzio Campania Cinema dovrà perseguire, c’è la definizione del Premio Cinematografico Sergio Leone, come festival mondiale del cinema western e dell’elaborazione di un nuovo progetto culturale per gli Incontri Internazionali di Sorrento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anzalone (Dl) su Emendamento Legge spettacolo

CasertaNews è in caricamento