ELEZIONI Il segretario Pd vede il bicchiere mezzo pieno. “Ma ora tutti uniti per i ballottaggi”

Cimmino: “Abbiamo recuperato il 6% di voti in un anno. Caputo escluso? Colpa del collegio mostruoso…”

Il segretario provinciale del Partito democratico Emiddio Cimmino

Prova a vedere il bicchiere mezzo pieno il segretario provinciale del Partito democratico di Caserta Emiddio Cimmino commentando i risultati delle elezioni Europee ed Amministrative. “Siamo passati da una percentuale dell’11,20% (53.311 voti alla Camera 2018) al 17,01% (60.596 voti alle Europee 2019) dopo un anno. Basta? Assolutamente no. C’è ancora molto da fare, ma siamo contenti a metà: è ritornata a Bruxelles, con un’ottima performance, Pina Picierno, ma non Nicola Caputo. Anche lui lo avrebbe strameritato per il grandissimo lavoro fatto nella legislatura appena conclusa. Non c’è da meravigliarsi, la circoscrizione meridionale è un collegio “mostruoso” con 12 milioni di elettori e con dinamiche territoriali che è difficile spiegare e comprendere, anche se sono, comunque, stati eletti quattro europarlamentari rispetto ai sei del 2014”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul fronte delle elezioni amministrative “siamo molto soddisfatti. Abbiamo centinaia di amministratori locali eletti (sindaci e consiglieri) all’interno di liste civiche (per i Comuni al di sotto dei 15.000 abitanti), mentre nei Comuni più grandi siamo al ballottaggio con Alfonso Golia ad Aversa, con Luca Branco a Capua e con Renato Natale a Casal di Principe. Si poteva fare meglio, ma voglio ricordare che ci siamo appena insediati dopo un lunghissimo commissariamento e con tante conseguenze, logistiche e finanziarie. Ora non ci sono più alibi, però, per nessuno di noi, bisogna recuperare il tempo e il terreno perduto: nei territori e con le persone, bisogna confrontarsi, dialogare e riguadagnare la fiducia dei tanti che si sono allontanati ma anche dei cittadini che perdono, ogni giorno di più, la fiducia nei partiti che sostengono questo governo di “contrattisti”. Ce la possiamo fare, io ci credo, se remiamo tutti verso lo stesso approdo, tutti con lo stesso remo, tutti con lo stesso impegno. Ora diamoci da fare che ci attende il 9 giugno per i ballottaggi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento